Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / [VIDEO] Scandalo Walmart: in un documentario sotto copertura mostrati gli abusi sui maiali

[VIDEO] Scandalo Walmart: in un documentario sotto copertura mostrati gli abusi sui maiali

Il nuovo documentario sotto copertura realizzato dall’associazione Mercy For Animals vede anche la collaborazione dell’attore premio Oscar e attivista vegan per i diritti animali James Cromwell. L’obiettivo è semplice: puntare i riflettori sugli orrori e gli abusi perpetrati all’interno degli allevamenti di maiali Pipestone System’s Rosewood Farm in Minnesota. L’allevamento è il primo fornitore di carne dell’importantissima catena di centri commerciali Walmart.

Spiega Cromwell: “Walmart ama abbassare i suoi prezzi, ma quando si tratta della carne dei suoi negozi, a pagare quello più alto sono i maiali: una vita piena di miseria e privazione”.

Il video è stato girato da un attivista sotto copertura e include scene molto crude di lavoranti che uccidono maialini appena nati sbattendoli al suolo con violenza, che li castrano e li mutilano della coda senza il minimo supporto veterinario e senza alcuna anestesia. Gli stessi lavoranti maneggiano violentemente scrofe sofferenti, ferite e malate e le abbandonano al suolo senza alcun intervento medico.

Secondo Mercy For Animals, una delle azioni più brutali perpetrate all’allevamento consiste nel confinare vita natural durante le scrofe nelle vasche di gestazione, dove non hanno neppure la possibilità di cambiare posizione del corpo. Questo tipo di confinamento è, ad oggi, considerato uno degli atti più brutali perpetrati nei confronti dei maiali eppure continua normalmente nella maggior parte del mondo.

I maiali, è ormai ampiamente dimostrato, sono animali di intelligenza straordinaria, di estrema sensibilità e di grande socialità: hanno abilità cognitive che superano quelle di un essere umano di 3 anni. Nel loro ambiente naturale sono creature devote, protettive e amorevoli nei confronti dei loro cuccioli.

Privare questi animali della più basica capacità di movimento è un orrore, a dire poco, ma gli allevatori continuano a difendere questa pratica.

Il documentario proposto da MFA è stato seguito dalla solita trafila: i vertici dell’allevamento hanno condannato le brutalità messe in luce nei filmati, licenziato qualcuno, trasferito qualcun altro, garantito corsi di aggiornamento per il resto dei loro lavoranti e accettato di essere esaminati da un organo esterno.

Anche Walmart ha seguito le regole comuni in questo genere di scandali: ha garantito che seguirà attentamente la vicenda e condurrà una investigazione a sua volta, in modo da “acquistare solamente da allevamenti che certificano i più alti standard di trattamento per gli animali”.

Il problema sono gli standard. Quelli mostrato nel documentario lo sono, sono considerati pratica comune nell’industria della carne, e pertanto possono essere perpetrati nell’assoluta impunità.

Il Center for Food Integrity, che ha visionato i documenti, ha dovuto ammettere che al di là degli atteggiamenti sadici dei lavoranti, le regole venivano rispettate: le linee guida accettano infatti che i cuccioli di maiale muoiano a seguito di un “violento trauma facciale”, che vengano mutilati della coda e che i loro testicoli vengano amputati senza anestesia. Le vasche di gestazione vengono addirittura chiamate “nidi di maternità”, come se la modifica del loro nome ne alterasse la brutalità.

Come sempre, l’unico metodo reale per aiutare gli animali di allevamento è quello di smettere di consumarli.

Rivalutate le vostre scelte alimentari.

Scegliete la compassione.

Di seguito, il video che mostra alcuni momenti dell’investigazione.

POTETE FIRMARE UNA PETIZIONE CHE CHIEDE A WALMART DI SMETTERE DI ACQUISTARE DA ALLEVATORI CHE UTILIZZANO VASCHE DI GESTAZIONE A QUESTO INDIRIZZO.

Foto: violenze su maiali appena nati all’interno dell’allevamento (fonte video).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Purtroppo la coscienza e il rispetto di tutti gli esseri viventi è ancora lontano anni luce dal venire…Puntiamo spesso il dito su altri popoli cosiddetti “incivili”, eticamente e socialmente arretrati ma noi non siamo molto meglio di loro. Queste orribili scene si consumano ogni giorno nel nostro “civilissimo” paese. Go vegan, ragazzi!

  2. Quando finiranno questi orrori??? Ma questa gente come fa a vivere e dormire tranquilla??? Non bisogna mangiare carne!!! Basta massacri, questo è il nuovo Olocausto!
    Firmata petizione… il video non riesco a vederlo, sto già troppo male alla sola descrizione di quanto queste creature debbano subire.

  3. Non ho finito:
    sapete chi mi fa DAVVERO schifo? Chi acquista il prosciuttino, il salamino, la costolettina… già ben preparati, imballati, etichettati.
    Mi fa DAVVERO schifo chi il lavoro sporco non se lo fa con le sue manine!

    ***

    Permettetemi di riportare questo brano di Marco Lodoli, per favore…
    E, mio dio, quant’è vero!

    “Chi ha assistito in campagna allo scannamento di un maiale non potrà mai più mangiare la sua carne: quegli strilli da bambino, quell’angoscia di fronte all’esecuzione imminente, quei suoi inutili tentativi di resistere, di opporsi puntando le zampe sulla terra, ci sono penetrati nella coscienza esattamente allo stesso modo che le immagini delle guerre e dei bombardamenti, delle sedie elettriche e dei campi di concentramento.
    Chi ama e rispetta la vita, la ama e la rispetta e la piange in ogni punto e a ogni livello, nel maiale come nell’uomo.
    Abbiamo tutti lo stesso fragile mondo, non lo imbrattiamo con il sangue degli innocenti e con l’indifferenza, approfittiamo di questo scandalo per promettere una volta per tutte amicizia infinita ai nostri fratelli animali.
    Chi tiene il coltello dalla parte del manico, abbia il coraggio di posarlo per sempre.”.

    ***

    E ANCORA >>> Maiale e non solo ovunque, in medicina, lozioni x il corpo, shampoo, dentifrici, proiettili e anche nei filtri di sigarette 🙁

    >>> https://www.facebook.com/notes/-io-e-loro-xch%C3%A8-l-amore-non-ha-confini/maiale-e-non-solo-ovunque-in-medicina-lozioni-x-il-corpo-shampoo-dentifrici-proi/439385525903

  4. …E ANCORA C’è CHI ASPETTA LA DATA DELLA FINE DEL MONDO??
    QUESTA è LA FINE DEL MONDO! CHE RABBIAAAAAAAAAAAAAAAAA!

  5. Firmata petizione.
    Video: ho dovuto smettere di guardarlo, altrimenti avrei spaccato lo schermo del pc, non potendo spaccare …qualcosa… ai criminali di cui sopra.
    Non credo che qui vi siano “prosciuttari”, nel dubbio, qualora ve ne fossero (mi riferisco agli avventori trolloni), auguro loro il peggio IM-possibile.
    Che tristezza, che rabbia, che SCHIFO, umanità!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com