Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Brasile: dopo il blitz per salvare i beagle, sospesa la licenza all’Instituto Royal

Brasile: dopo il blitz per salvare i beagle, sospesa la licenza all’Instituto Royal

Dopo il blitz avvenuto qualche giorno fa all’interno dell’Instituto Royal di Sao Roque, in Brasile, le autorità hanno proceduto a sospendere la licenza al laboratorio di sperimentazione.

Dell’azione degli attivisti, che ha portato alla liberazione di circa 200 cani e di un numero non meglio precisato di altri animali, tra cui conigli, avevamo parlato più dettagliatamente in questa news.

Ora, la pagina Facebook di Fermare Green Hill riporta che la revoca all’Instituto Royal è stata emessa in via preventiva e avrà la durata di due mesi, durante i quali il più grande laboratorio di vivisezione non potrà in nessun modo operare.

Nel contempo, il deputato e giurista Fernando Capez è intervenuto durante la riunione plenaria dell’Assemblea Legislativa di San Paolo denunciando che l’Instituto Royal avrebbe, per anni, lucrato sulla tortura di esseri viventi senza essere neppure in possesso della licenza federale necessaria alle pratiche di sperimentazione. Tale autorizzazione sarebbe stata infatti ottenuta soltanto nell’agosto 2013, a fronte di sovvenzioni da parte del governo brasiliano che continuano da anni.

“Grazie alla storica azione del 18 ottobre scorso”, commenta Fermare Green Hill, “il muro di silenzio che per anni ha protetto questo luogo di sfruttamento sta crollando”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com