Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / [VIDEO] Messina: la ragazza disperata che cerca di salvare i cuccioli buttati nel cassonetto

[VIDEO] Messina: la ragazza disperata che cerca di salvare i cuccioli buttati nel cassonetto

Le conseguenze del brutale abbandono di una cucciolata di cagnolini appena nati sono state riprese in un video che, nelle ultime ore, sta facendo il giro della rete.

La vicenda è avvenuta a Camaro, in provincia di Messina, dove due giovani filmano con una videocamera il drammatico tentativo di salvataggio dei piccoli, gettati come giocattoli rotto dentro un cassonetto dell’immondizia.

I piccoli, otto in tutto, sono stati individuati tra i sacchetti dei rifiuti ma per due di loro non c’è stato, purtroppo, nulla da fare. I superstiti si trovano invece al sicuro nella casa della volontaria che li ha soccorsi.

Secondo TempoStretto, che riporta la testimonianza dell’attivista, i piccoli sarebbero stati lasciati a morire in una delle tante minidiscariche cittadine.

La ragazza intervenuta racconta: “Era una domenica come tante per me. Sebbene abituata a vivere costantemente nell’emergenza, speravo che almeno quella di ieri sarebbe stata una giornata normale”.

E spiega che dopo essersi avvicinata al cassonetto per gettare un sacchetto d’immondizia aveva udito i flebili guaiti degli animali. Comprendendo immediatamente cos’era successo, aveva iniziato a frugare tra i rifiuti.

I cuccioli erano stati gettati alla rinfusa e risultavano sparsi tra le buste di plastica. I due ritrovati senza vita sono purtroppo deceduti per ipotermia.

“Ho lottato per cercare di salvarli, ma non ci sono riuscita”, commenta con amarezza l’attivista, “non sono arrivata in tempo”.

I sei superstiti erano stati gettati nell’immondizia a poche ore dalla nascita e con il cordone ombelicale ancora attaccato.

“Non sono ancora fuori pericolo e non sappiamo se riusciranno a sopravvivere. L’ipotermia non li ha uccisi ma non hanno avuto la possibilità di ricevere il latte materno, fondamentale per immunizzarsi. I danni potrebbero quindi essere permanenti”.

Alla domanda se abbia o meno allertato le autorità competenti, la volontaria risponde di non aver chiamato nessuno perché “non sarebbe riuscita a tollerare le solite frasi di scherno. Ogni volta che chiedo aiuto alle forze dell’ordine è così. Il più gentile ti informa che il compito non è loro. Non è vero: le leggi in materia di randagismo parlano chiaro”.

E conclude: “Dei cuccioli, cani o gatti, non importa niente a nessuno”.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Ragazzi, Elena non voleva offendere nessuno e il suo dubbio è stato chiarito. 🙂 Tutto a posto? Dai! Siamo tutti dalla stessa parte.
    Grazie!

  2. Mi dispiace Nadia, i miei dubbi erano sinceri e comunque le risposte che avevano dato altri li avevano gia’ chiariti. Purtroppo c’e’ anche tanta gente che posta video falsi e un minimo di dubbio ogni tanto viene. Mi spiace se questo ti ha fatto arrabbiare

  3. Elena, i tuoi sospetti sono proprio fuori luogo. Se vuoi proprio saperlo mi hai fatto veramente incazzare, ma tanto. Concordo con Sergio assolutamente. La ragazza del video è semplicemente MERAVIGLIOSA.

  4. Una cosa agghiacciante, che mondo di merda! Straziante davvero.

    Se le forze dell’ordine non vogliono intervenire minacciate di denunciarli a chi di dovere e di sputtanarli alla stampa, registrando la chiamata.

    Grazie a questi giovani che hanno salvato questi piccoli cagnolini!!!
    Grazie.

  5. io ho sempre in borsa guanti, salviette e croccantini….a me non pare quindi strano che la ragazza avesse i guanti….poi con i cellulari attuali si può filmare senza problemi…..l’unico commento che mi vien da fare è che l’uomo è una MERDA

  6. Capisco!
    Non volevo comunque mettere in dubbio che i cagnolini fossero stati trovati li’, solo pensavo che il ritrovamento non fosse avvenuto “in diretta”. Ma se mi dite che e’ normale mi fido.
    E’ comunque molto triste che queste cose avvengano e che le autorita’ se ne freghino 🙁

  7. Elena, crediamo francamente tu sia inutilmente sospettosa. Anche noi siamo attivisti e giriamo normalmente in auto con tutto il necessario per gli interventi di emergenza: guinzagli, cibo, ciotole, spondine assorbenti, coperta, buste di plastica e sì, anche guanti. E anche nelle giornate “normali”.

  8. Io comunque non capisco… Nel filmato si vede che fruga tra la spazzatura con i guanti di gomma ( a nessuno pare strano che li avesse in “una domenica come le altre”? Ne’ che qualcuno abbia filmato questo ritrovamento apparentemente in diretta…Ma perche’ filmavano una scena del genere se non sapevano gia’ che avrebbero trovato qualcosa? Solo a me sembra una scena costruita? Saro’ sospettosa ma purtroppo si vede di tutto su internet)

  9. basterebbe sterilizzare i propi animali se non si vogliono nascite indesiderate e creerebbero meno mal di pancia a molti ma a volte semplificare le cose non è normale x alcuni. conosco tanta gente che chiude le orecchi e altre che non vogliono fare del male ai suoi animali con l operazione mentre sterilizzando il proprio animale vive meglio e più a lungo. per non parlare di quelli con le braccine corte che non vogliono spendere soldi dal veterinario

  10. Molto debole il tuo commento cara Rita… Questi rifiuti della società umana devono essere pre si condannati e ti assicuro che questi assassini sono pericolosi anche per chi si limita a considerarli dei sadici = sono dei delinquenti schifosi indegni di resastare al mondo. Comunque saranno erseguiti dalla figa sempiterna

  11. quella ragazza del video ha tristemente ragione; quali sorti subiscano gli animali a causa della superficialità umana (quando va bene), al puro sadismo, è circoscritto al sapere dei pochi

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com