Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Provincia di Aosta: se il cane fa pipì, paghi 500 euro di multa

Provincia di Aosta: se il cane fa pipì, paghi 500 euro di multa

Il Comune di Brissogne, in provincia di Aosta, si sta facendo notare in questi giorni per il suo atteggiamento a tolleranza zero nei confronti delle deiezioni canine. Non stiamo tuttavia parlando delle feci, che ovunque e a prescindere dalle locali disposizioni dovrebbero essere sempre raccolte con gli appositi sacchettini e gettate nei cestini (per educazione e rispetto verso il prossimo, umano o animale che sia). A Brissogne, in effetti, si rischia una salatissima sanzione da 500 euro anche se il cane fa pipì.

Il paesino, che vanta all’incirca un migliaio di abitanti, vieterebbe infatti ai cani di fare pipì su suolo pubblico o privato. L’ordinanza sarebbe stata emessa dopo le lamentele di alcuni proprietari di terreni agricoli, che parlano di “foraggio sprecato per le deiezioni e non più utilizzabile”.

Il sindaco Bruno Menabreaz ha quindi deciso per un giro di vite strettissimo, che lascia quantomeno perplessi: dove dovrebbero fare la pipì i cani, se anche aere verdi e marciapiedi sono incluse nel divieto?

Ciò che sconcerta ancora di più, tuttavia, sarebbe la minaccia di diversi cittadini di portare i loro cani in canile. Questo è ancora più incommentabile dell’ordinanza del sindaco.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Nessun commento

  1. Ma la smettiamo di fare cassa?
    Solo ai soldi pensano questi.

    Litagliano medio.

    Ci vuole l’aspirastronzate!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com