Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Zimbabwe, ancora avvelenamenti col cianuro: è strage di elefanti, leoni, iene, avvoltoi

Zimbabwe, ancora avvelenamenti col cianuro: è strage di elefanti, leoni, iene, avvoltoi

Non si ferma la nuova metodologia stragista dei bracconieri che, nello Zimbabwe, perseverano nell’avvelenare col cianuro le acque a cui si abbeverano gli animali.

I risultati sono disastrosi: secondo le ultime stime, sarebbero oltre 300 le creature uccise dal veleno all’interno del Parco Nazionale. I bracconieri sono naturalmente molto interessati alle zanne d’elefante, da rivendersi al mercato clandestino dell’avorio, e per ottenerle non hanno il minimo scrupolo a distruggere qualunque cosa si trovi sul loro cammino. Non stupisce quindi scoprire che i pachidermi non sono i soli animali colpiti dal veleno: a far loro compagnia, anche leoni, iene e avvoltoi.

Johnny Rodrigues, portavoce della task force per la conservazione dello Zimbabwe, spiega che le condanne a 15 anni che hanno recentemente colpito quattro cacciatori di frodo non arginano il problema: “Quelli sono solo capri espiatori, mentre i pesci grossi e pericolosi rimangono intoccabili, e questa categoria include politici e grandi imprenditori”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Questi sono matti… avvelenare le pozze d’acqua… assurdo… cmq basta sparare in testa ai bracconieri quando li si becca ed esporre le carcasse con un bel cartello chiaro, magari multilingua… se si eliminano i pesci piccoli o i grandi si alzano le maniche e le stragi se le fanno loro (e quindi punizione come sopra) oppure smettono per mancanza di manodopera… a questo punto le soluzioni non sono tante…

  2. E’ assurdo fino a che punto l’essere (dis)umano arrivi pur di fare profitto.
    Secondo me fintanto non ci sarà una sincera volontà politica nel combattere questi crimini, non si avranno grandi risultati.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com