Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Como: un altro mattatoio clandestino per la macellazione halal, salvati tre agnellini

Como: un altro mattatoio clandestino per la macellazione halal, salvati tre agnellini

In occasione dell’annuale Festa del Sacrificio, tenutasi la scorsa settimana, sono stati registrati numerosi reati ai danni degli animali. Non parliamo banalmente della loro macellazione rituale (perché quella non è un reato in Italia, come purtroppo non lo è la pratica standard della macellazione, naturalmente), quanto di episodi impressionanti che hanno visto protagonisti animali sgozzati in un macelli improvvisati nel bosco (qui la notizia), pecore legate ai cassonetti dell’immondizia (qui la notizia) o chiuse in auto in attesa di essere macellate (qui la notizia), o ancora agnelli sventrati e abbandonati in mezzo alla strada (qui la notizia).

Il quotidiano La Provincia di Lecco riporta ora che un mattatoio clandestino per la macellazione halal è stato scoperto in provincia di Como, ad Albate.

A intervenire sono state le forze dell’ordine che si sono trovati davanti agli occhi i resti di sei agnelli già uccisi. Tre cuccioli scoperti ancora vivi, invece, sono stati sequestrati.

Il proprietario dell’area abusiva è un 52enne comasco che, dietro pagamento di denaro, si prestava alle macellazioni in compagnia di una ventina di cittadini extracomunitari.

Sul posto, la presenza dell’ASL veterinaria ha confermato che le uccisioni avvenivano in violazione della benché minima norma di sicurezza alimentare.

Tutte le persone presenti sono state identificate e molte di loro verranno deferite all’Autorità Giudiziaria.

Nella foto: acquirenti e Carabinieri al macello clandestino (fonte La Provincia di Lecco).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Dovrebbero proibirli per legge !!

  2. si infatti proprio un bello …schifo…

  3. Barbara, magari!
    Ma tanto in itaglia è tutto permesso, anzi se non lo fai sei stupido!

    Che schifo.

  4. ecco ora per insegnare a quella brava persona a non rifare lo stesso errore in futuro(perché lo rifarà)bisognerebbe portare via il terreno e donarlo a qualche associazione per animali in difficoltà….così lui non cadrà più in tentazione(tutto ciò sarebbe bello farlo dopo due sonori ceffoni di ricordo)….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com