Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Verona: sequestrati tre cagnoline abusate, il proprietario è recidivo

Verona: sequestrati tre cagnoline abusate, il proprietario è recidivo

Tre cagnoline sono state sequestrate a Romagnano, in provincia di Verona, dopo essere state scoperte in condizioni terrificanti.

Perennemente segregati, i tre animali avevano cortissime catene al collo ed erano costretti a vivere in mezzo alla sporcizia, privi di riparo e senza nemmeno una ciotola per il cibo e per l’acqua.

Le tre cagnette, una setter, una spinoncina e una meticcia, sono state soccorse e liberate dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato che hanno anche riscontrato che il proprietario (iniziali M.T., generalità complete non pervenute) era recidivo per questo genere di reati. In passato l’uomo sarebbe stato più volte ammonito dalle forze dell’ordine per le condizioni in cui deteneva i suoi animali, ma soltanto negli scorsi giorni si è provveduto al sequestro.

In particolare la preoccupazione è per la setterina, che è stata ritrovata scheletrita e terrorizzata tanto da sobbalzare al minimo gesto o rumore.

Secondo quanto trapelato, la cagnolina sarebbe stata ceduta al suo aguzzino da un cacciatore che non la riteneva idonea per l’attività venatoria.

Tutte e tre le cagne sono state prese in carico da LAV Verona.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Fatemi capire, sono state rese note solamente le iniziali del nome, “M.T.” per tutelare chi? Le cagnoline sono minori forse? Ah già… dimenticavo, gli animali ai fini della legge sono proprietà, che stupido!

    Quindi non si possono fornire le generalità di un criminale, aguzzino miserabile, ma si può permettere che un criminale aguzzino, sadico e pervertito compia queste crudeltà su animali indifesi rimenendo impunito e facendola franca come sempre.

    A cosa serve la legge?

    Tuteliamo la privacy dei criminali che è molto importante, altrimenti si rischia di ledere i diritti umani di chi umano non è, e non va bene, no, no, no!
    Per carità eh…mi raccomando, poi la medaglia al valor civile!

    I lavori forzati come minimo!!!!

  2. e perché gli hanno dato la possibilità di avere altri animali se era recidivo ????????????????

  3. francescamanimali

    fuori il nome. !!! omertosi/conniventi.

  4. ma tagliateglielo per la miseria!!!!!

  5. QUESTO RIFIUTO UMANO VA IDENTIFICATO E MESSO ALLA GOGNA ! COMPLIMENTI AL CORPO FORESTALE DELLO STATO ED ALLA LAV (come sempre) PER L’INTERVENTO. PESTE E CORNA A QUESTO CRIMINALE E A QUELLI CHE GLI AFFIDANO I CANI. TUTTI SARANNO RAGGIUNTI DALLA SFIGA SEMPITERNA

  6. e ora di mettere nomi e cognomi e foto.. cos’è sto tutelare l’identità di questi criminali e basta!!!!

  7. Mariuccia Fornasari

    FINALMENTE QUESTE CREATURE CONOSCERANNO UNA VITA PIU’ DEGNA, NON SI POSSONO SOTTOVALUTARE QUESTI FATTI DI TALE SFRUTTAMENTO E IGNORANZA, COSA SERVONO LE LEGGI SE POI SONO DISATTESE? MI CHIEDO. CONOSCENDO L’INDIVIDUO DA TEMPO,PERCHE’ NON C’E’ STATO UN INTERVENTO IMMEDIATO DI SEQUESTRO E DOPO GIUSTA DENUNCIA DIFFIDARE, VISTO CHE E’ UNA PERSONA CHE NON E’ IN GRADO DI CONVIVERE CON GLI ANIMALI CON RISPETTO (ALMENO), DI PRENDERNE ALTRI CHE SUBIREBBERO LA STESSA VITA MISEREVOLE,

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com