Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Provincia di Roma: il cane padronale col muso devastato da una fucilata

Provincia di Roma: il cane padronale col muso devastato da una fucilata

“Il territorio del Comune di Palombara Sabina, recentemente distintosi con l’approvazione di un Regolamento Comunale “Tutela e Benessere Animale” (D.C.C. n. 34/2013), è stato purtroppo teatro di un nuovo grave episodio di maltrattamento.

Infatti, la notte del 10 settembre u.s. un cane, appartenente a una cittadina di Palombara Sabina, è stato rinvenuto riverso sull’asfalto lungo la S.P. Pascolare con il muso devastato da un colpo di fucile da caccia. L’animale era scomparso poco prima dall’abitazione della proprietaria che, al suo rientro a casa, aveva trovato il cancello della sua proprietà aperto. A ormai un mese dall’accaduto, l’animale è ancora ricoverato presso una clinica veterinaria di Roma. Infatti il colpo di arma da fuoco, esploso a distanza ravvicinata, oltre ad aver compromesso la funzione visiva dell’occhio destro, ha provocato una perdita di tessuto della parte destra del muso pari al 60%.

La proprietaria ha sporto regolare denuncia, presso la Stazione Carabinieri di Palombara Sabina, e le indagini per individuare il responsabile sono state avviate.

“Questo episodio ci deve far riflettere – afferma il presidente di ALFA, Franco Clementoni – la guardia non deve mai essere abbassata. Non possiamo permettere che episodi come questi abbiano a ripetersi e che chi compie gesti tanto crudeli e incivili verso gli animali non venga punito dalla legge. Avere il coraggio di ridurre in queste condizioni un animale e poi tornare serenamente a casa propria ci dice tanto sul tipo di persona che abbiamo di fronte. E’ dimostrato che coloro che riescono ad essere crudeli verso gli animali, spesso, potrebbero diventare violenti anche verso gli esseri umani ”

“L’amministrazione di Palombara condanna fermamente questi episodi di brutalità disumana, rendendosi disponibile con qualsiasi mezzo ad aiutare gli organi preposti all’individuazione del colpevole e mettendosi a disposizione delle organizzazioni animaliste affinché possano attivarsi politiche educative in grado di sensibilizzare di più la cittadinanza sul tema in questione”, dichiara Danilo Quaglini, Vicesindaco con delega alla Sanità. “Ringraziamo vivamente i Carabinieri delle stazioni di Palombara Sabina e di Moricone, che hanno dimostrato professionalità e, soprattutto, sensibilità al benessere degli animali. Gesti tanto gravi e crudeli devono essere sempre denunciati e perseguiti dall’Autorità giudiziaria” continua il Presidente di ALFA, Franco Clementoni.

Il Comune di Palombara Sabina e ALFA Associazione Love For Animals rivolgono un appello a tutti i cittadini perché vigilino sui propri animali e denuncino senza esitazione alle autorità competenti tutti gli episodi di maltrattamento di cui dovessero venire a conoscenza. Infine sottolineano nuovamente l’importanza della microchippatura dei cani. E’ infatti solo grazie a questo piccolo apparecchio che è stato possibile rintracciare il proprietario del cane protagonista di questo brutto episodio.

Roma, 16 ottobre 2013”.

Comunicato stampa dell’associazione ALFA, come pubblicato su Facebook.

Nella foto: il cane col muso devastato dalla fucilata (fonte ALFA su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Quindi, sta di fatto che il colpevole non sarà né cercato, tantomeno trovato e men che meno condannato.
    Questa è una crudeltà tipica dei cacciatori, sparare per gusto sadico ad un animale inerme, in questo caso un povero cane.

    Siamo un paese, pardon ex paese di merda.

  2. i CACCIATORI NON SONO ESSERI UMANI. PER IL FATTO STESSO CHE SI DIVERTANO AD UCCIDERE LA DICE LUNGA. COMPLIMENTI ALLE AUTORITA’ CHE SONO INTERVENUTE. pER QUANTO RIGUARDA QUESTO SCHIFOSO CHE HA COMMESSO UN ATTO DEL GENERE PESTE E CORNA E SFIGA SEMPITERNA

  3. spero ti becchino maledetto bastardo e ti uccidano uccidetelo sto figlio di troiaaaaa

  4. Episodi di violenza gratuita come questa ai danni di animali sono sempre più frequenti, è una vergogna! Prendere l’autore di questa malvagità e sparargli nei genitali!

  5. povera creatura …..speriamo si rimetta non posso pensare al dolore che avrà avuto e purtroppo dovrà sopportare per rimettersi……e per quanto riguarda il fatto che certe persone sono pericolose non solo per gli animali ma anche per le persone è da un pezzo che si dice ma per quanto si dica le cose non cambiano…..questo se lo prendono cosa gli fanno? mi torna in mente Nuvola (il cane accoltellato in casa sua)sono state fatte diverse petizioni per non dimenticare e per far si che il colpevole venisse punito e mi chiedo sono servite per far cambiare le cose?il colpevole è in galera o a spasso?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com