Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Spagna: vietare i cani sull’autobus per non offendere i musulmani?

Spagna: vietare i cani sull’autobus per non offendere i musulmani?

SMENTITA UFFICIALE – ERRATA CORRIGE

L’associazione Schnauzi, fonte dell’articolo, ha nelle scorse ore smentito questa notizia classificandola come bufala. Altrettanto facciamo noi, scusandoci con i lettori.

Grazie.

***

Due associazioni islamiche con sede nella città spagnola di Lleida, in Catalogna, hanno chiesto al consiglio comunale di emanare una legge locale che proibisca l’ingresso dei cani sugli autobus, in modo da non offendere i dettami islamici che considerano questa specie “impura”.

Agli animali non dovrebbe neppure essere permessa la presenza in alcuni luoghi pubblici frequentati da cittadini musulmani, e nelle struttura comunali. Secondo le associazioni, infatti, il loro ingresso violerebbe la libertà religiosa di vivere secondo le prescrizioni coraniche.

Una riunione con i vertici della municipalità cittadina verrà molto probabilmente tenuta nei prossimi giorni, e le associazioni islamiche sottolineano che provvedimenti simili sono già stati varati in città come Londra, dove ai cani è vietato l’ingresso sugli autobus di linea – a meno che non si tratti di animali di servizio.

Foto: archivio.

 

 

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

21 Commenti

  1. divertiti pure finché vuoi. d’altronde non c’è peggior cieco…
    hai finora avuto la capacità di ignorare sistematicamente dettagli importanti nelle nostre risposte, confermando che non hai idea di cosa sia questo blog: hai letto il tuo articoletto (in cui non si fomentava l’odio, ma ci si limitava ad esporre una cronaca e successivamente a smentirla) e ti sei fatto la tua idea (sbagliata, e inamovibile!).
    noi non abbiamo accusato nessuno (ma ancora con questo vittimismo, insomma! 🙂 ), abbiamo corretto (già ieri) la notizia, ci siamo scusati coi lettori e siamo andati avanti (e ti abbiamo anche scritto che è la seconda cantonata in oltre 4000 notizie, ma forse Andrea è INFALLIBILE, vero?). le altre notizie sulla festa del sacrificio di quest’anno, o dello scorso, sono invece purtroppo tragicamente vere.
    per quanto ci riguarda abbiamo invece, giustamente, rifiutato le tue accuse di razzismo (che non è muovere una critica, ma entrare a gamba tesa, con arroganza e prosopopea, come continui a fare) visto che razzisti non siamo (e te ne abbiamo dato riprova). ti sarebbe bastato fare una ricerca sul blog: cercare termini come “pasqua”, “kapparot” e via discorrendo per capirlo. ma è più facile muovere accuse alla cieca, forse fa sentire di aver fatto qualcosa di grande.
    speriamo tu ti sia divertito! Noi, francamente, abbiamo di meglio da fare che conversare sterilmente sul nulla. l’animalismo lo facciamo attivamente, non (solo) con il blog.
    Buona lettura, altrove naturalmente.

  2. Andrea penso che tu stia facendo la paternale al Blog sbagliato. Lo seguo da quando è nato e prima di questa ci fu solo un’altra notizia che fu verificata falsa e smentita dal Blog stesso.
    Forse bisognerebbe fare come fanno moltissimi altri Blog, che cancellano. O fanno finta di niente.

    Ecco, in questo caso visto che inviti a verificare penso sarebbe giusto una verifica sull’attendibilità delle notizie di A4A, che, fino ad ora, credo superi di gran lunga testate giornalistiche o agenzia stampa rinomate.
    Poi sappiamo tutti che gli esseri umani possono sbagliare e condividere l’errore ascoltando i propri lettori mi sembra un atteggiamento più che corretto.

    Lato razzismo non mi esprimo, proprio questo Blog ha sempre preso le distanze, in particolare con moderazione nei commenti o invito a moderare termini e accuse. D’altronde il punto di vista antispecista di A4A rappresenta già una presa di posizione: contro il razzismo, appunto.

  3. Andrea…..mettiti tu davanti al computer e guarda cosa facciamo da anni contro la mattanza degli agnelli a Pasqua……e poi voglio dire ma dove vivi?la testina fuori di casa a metti e gli articoli sugli animali li leggi o questo è il primo sito che ti sei incontrato e riversi qui tutte le idiozie ?….

  4. “atteggiamento che è […] carico d’odio “al contrario”.

    Dove scusa? Cercare di sottolineare le implicazioni sociali della pubblicazione di un articolo del genere è essere carichi d’odio?

    E poi, di grazia, non mettermi in bocca parole non mie.

    Comunque mi pare evidente che su questo blog se si muove una critica si viene sbranati, e non ho interesse a proseguire un dibattito con qualcuno che al primo commento diverso da “facciamo a loro quello che loro fanno agli animali” reagisce accusando e attaccando.

    Mi piace molto il commento in merito al fatto che io ho il paraocchi, è molto divertente, visto che la mia critica era inerente al fatto che avete preso la notizia per buona senza controllarla.

    vabbé, divertitevi!

  5. Andrea, continui imperterrito con un atteggiamento che è – effettivamente – carico d’odio “al contrario”.
    Quando la notizia è stata pubblicata, non c’era alcuna smentita. Ti abbiamo già spiegato che le fonti da noi scelte sono di norma molto affidabili. Abbiamo preso atto della cosa senza battere ciglio e ci siamo corretti, scusandoci con i lettori e persino ringraziando te per averci fatto ricontrollare. Altro, francamente, non dobbiamo a nessuno.
    La mattanza degli agnelli cattolica è tanto vera quanto la festa del sacrificio musulmana, tanto vera come il kapparot ebraico: tutte e tre le pratiche sono violentissime, brutali e sanguinarie senza se e senza ma. siamo indistintamente contrari a ciascuna di esse.
    detto terra terra, noi ce ne sbattiamo altamente della fede o non fede delle persone: ci interessa che gli animali non vengano maltrattati. Che lo faccia un musulmano, un ebreo, un cattolico o uno che crede in Scientology, o un ateo razionalista, ci fa una pippa – evidentemente hai bisogno che te lo si dica in questo modo.
    Potenzialmente, tutto è in grado di fomentare odio o riflessione – e tu non hai idea della selezione e moderazione di commenti che facciamo ogni giorno, quindi sei pregato di non esprimerti su quanto non conosci. Secondo la tua filosofia, qui non si dovrebbe parlare di nulla perchè, nel semplice resoconto di cronaca, si fomenta potenzialmente l’odio per gli allevatori, per i cacciatori, per gli automobilisti, per i canari, per i gattari, per gli ebrei, per i cattolici, per i musulmani, per gli anziani, per i bambini.
    Questo è vaneggiare. La cronaca si riporta e ciascuno con un minimo di cervello ci riflette sopra, magari senza i paraocchi che hai addosso tu, che accusi gli altri di razzismo mentre “discrimini” a tua volta, mentre il tuo tono è violento e arrogante.
    Nessuno prima di te ci ha mai accusato di razzismo perchè, ovviamente, non siamo razzisti. Vai a combattere la tua causa antirazzista su siti che realmente promuovono la discriminazione… ma forse venire qui a prendersela con un piccolo blog è più facile. finiamola con il vittimismo (che non è antirazzismo) e cominciamo a ragionare che qui le vere vittime non sono gli umani, ma gli animali.
    Saluti.

  6. @Barbara @All4Animals:

    Non ho premesso una cosa: io non sono assolutamente antispecista, anzi. Per cui il mio punto di vista nel leggere e interpretare l’articolo è probabilmente differente dal vostro.

    Dove vedo frasi gonfie di odio? Ad esempio in quasi tutti i commenti sotto questo articolo.
    E comunque un articolo non ha bisogno di essere esplicito per fomentare l’odio, basta che dia determinati tipi di notizie.

    Suppongo che nessun cattolico si sia lamentato delle notizie sulla “mattanza degli agnelli” a pasqua perché… beh, perché sono vere. Lo scontro in quel caso può avvenire esclusivamente sul piano del se sia giusto o meno uccidere animali per nutrirsene, grossomodo. Se pubblicaste che la Chiesa Cattolica ha deciso che per santificare le ostie d’ora in poi si userà sangue di coniglio ucciso per strangolamento, probabilmente qualche cattolico si lamenterebbe dicendo che è una falsità, ed è esattamente quello che ho fatto io in questo caso.

    Il mio tono “fazioso e polemico” è dovuto al fatto che sono stanco, davvero stanco di vedere il razzismo crescere di giorno in giorno. Su un blog di antispecisti poi mi da ancora più fastidio.

    Ci vogliono si e no 2 minuti davanti ad un computer per verificare se una notizia è vera o falsa. Prima di pubblicare notizie che possono fomentare l’odio verso una categoria di persone bisognerebbe spenderli quei due minuti.

  7. meno male almeno qualche volta le notizie brutte sono false…..per Andrea sono contente che ti informi su wikipedia….peccato(qualche informazione diretta l’abbiamo sotto gli occhi ultimamente con la loro festa del sacrificio) che la realtà sia tutta un’altra cosa forse non per tutti i mussulmani il cane può essere impuro come non tutti i mussulmani obbligano la propria donna a infagottarsi ma la maggio parte purtroppo è di quell’idea…..come anche il fatto di non provocare sofferenza all’animale(come dici tu nel testo) …….forse non sai che le loro pietanze vengono barbaramente uccise senza stordimento lasciandole agonizzare per diverso tempo…..quindi permettici di inc…ci un pò quando qualcuno vuole farli passare per buone persone…. con questo non voglio dire che noi siamo migliori di loro anzi …..

  8. caro Andrea, resta da capire dove vedi “frasi gonfie di odio sui musulmani” in questo articolo. Allo stesso modo, è evidente che tu non abbia mai letto con attenzione questo blog che, essendo antispecista, non ha frasi gonfie di odio proprio per nessuno e molto difficilmente ha pubblicato notizie non verificabili. In più, nel caso abbia commesso degli errori, non ha mai censurato limitandosi a correggersi “in chiaro”.
    Di norma, la documentazione pubblicata da Schnauzi è più che corretta e più che attendibile. In ogni caso, la stessa associazione ha nelle scorse ore “smontato” la notizia e noi faremo altrettanto.
    Ti ringraziamo per averci portato a verificare ulteriormente, ma non per il tuo tono, inutilmente fazioso e offensivo a fronte di nessun insulto verso nessuno da parte nostra. Nessun cattolico è mai venuto a rimproverarci per le notizie sulla mattanza degli agnelli pasquali o similari. Meno atteggiamenti miopi e permalosi, grazie! 🙂
    saluti.

  9. Credo che questa notizia sia una falsità creata apposta per fomentare l’odio razziale. Il cane non è considerato un animale impuro dall’islam. Non è certo una “fonte autorevole”, ma vi cito Wikipedia:

    ” Non esiste -islamicamente- nessun’avversione per i cani: qualsiasi atto di maltrattamento verso un cane o qualsiasi altra creatura vivente è assolutamente proibito, ed è considerato un peccato; se anche si tratta di necessità, come il difendersi da un animale pericoloso, bisogna evitare il più possibile di farlo soffrire Una narrazione profetica ci informa che ad una persona venne garantito il Paradiso solo per aver dato da bere -riempendo una sua scarpa con dell’acqua- ad un cane che stava morendo di fame. E, al contrario, una donna fu condannata all’inferno per aver murato vivo un gatto finché non morì di fame e sete.”

    Per cui mi vien da pensare che qualche stronzo si sia inventato questo fake per dare addosso “for free” ai musulmani.

    Invito anche tutti a documentarsi prima di postare frasi gonfie di odio ed evidentemente miopi.

  10. Sinceramente i mussulmani non mi piacciono e non li voglio a casa mia. Sono fieramente occidentale e mi piace molto essere decadente, infedele e salire su un autobus con su un cane, o un gatto, o un gorilla, o uno scarafaggio… o qualunque altro animale che non abbia solo due zampe…

  11. Sono impuri loro. Oltre ha rompere il c….da loro con la loro religione del c….le loro privazioni i loro ordini ecc.. Sono venuti ha rompere. In Europa. Deve finire anche da loro uccisione di cani anche chi li possiede non può circolare liberamente viene punito con il carcere e frustrato. Imparassero loro a rispettare sia animali che persone. Basta dare ordini

  12. Ma siamo veramente alla follia! Piantiamola con queste baggianate, siamo nel tremila!!!!! Cavolo, non ho acceso il computer per qualche giorno perché ero un po’ acciaccata e guarda un po’ che razza di notizie cazzute mi ritrovo!!!!

  13. Maria Antonietta D

    Ma chi credono di essere i mussulmani, i padroni della Spagna o di qualsiasi altra nazione europea?

  14. Il commento che mi piace è quello di Mozzarella Kid, ma al di là della provocazione, è ora che anche i mussulmani mettano mano alle incongruità del <Corano nei confronti della società globale dove i divieti sono jattura che divide = cerchiamo di convivere invece

  15. francescamanimali

    ci mancavano i musulmani, l’ambiente europeo era già problematico per gli animali e i loro proprietari. I musulmani non tollerano a priori nulla che sia estraneo alla loro incultura. Se passa questo il prx divieto sarà per le donne… Europei – braghe – calate!

  16. se ne tornino al loro paese…che sarebbe anche ora….già anche senza le loro idee mi sembra che agli animali stiamo vietando troppo…..a troppi vietiamo anche di vivere quel poco dignitosamente….

  17. No, mi dispiace o si vieta a tutti gli animali oppure a nessuno.
    Qual’è la differenza tra un animale di servizio ed un altro animale?
    E’ comunque un essere impuro, quindi non c’è alcuna differenza.

    Poi c’è sempre l’opzione intelligente, e cioè tornarsene nel proprio paese e smetterla di fare sempre i prepotenti in casa degli altri!
    Vorrei vedere se andassi nei loro paesi con il mio amico cosa ci farebbero!

    Poi se pensiamo a certe COERENTISSIME fatwa emesse dagli Imam…si può capire bene con cosa abbiamo a che fare, e con chi!

  18. Vietare loro e le loro…..

  19. Sono impuri loro.. Va impugnata questa legge. Se né andassero nella loro nazione. Lasciarli vivere in santa pace gli animali

  20. Basta divieti .
    Basta divieti gli animali devono accedere in tutti i luoghi. Piuttosto non fare entrare chi non li vuole. Ci mancano anche i musulmani…..

  21. Vietare i mussulmani per non offendere i cani?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com