Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Sanremo: pecora chiusa in auto, forse destinata a mattatoio clandestino

Sanremo: pecora chiusa in auto, forse destinata a mattatoio clandestino

Una pecorella è stata notata chiusa per oltre un’ora nell’abitacolo di una Fiat Palio parcheggiata nel centro di Sanremo. Alcuni abitanti del quartiere, scoprendo la situazione, hanno immediatamente contattato la Polizia Municipale che, recatasi sul posto, individuava nel proprietario della vettura un cittadino marocchino. L’uomo non ha saputo giustificare la provenienza della pecora, che con tutta probabilità era destinata ad una macellazione clandestina, forse domestica.

La pecorella, soccorsa dalle forze dell’ordine, era impaurita e molto disorientata. È stata presa in consegna dal servizio veterinario dell’ASL. Quale sarà la sua fine non è dato sapere.

La vicenda è assai simile a quella avvenuta solo qualche giorno addietro a Mestre, dove una pecora è stata ritrovata terrorizzata legata ad un cassonetto dell’immondizia: ne avevamo parlato in questo articolo.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Il discorso è molto interessante.
    Sono del parere che la pecorella sarebbe dovuta essere portata in un posto tipo un’oasi, un santuario degli animali, una cosa del tutto logica.

    In realtà più che diventare “un vero paese europeo” (cosa che siamo di fatto, per appartenenza geografica, dagli albori della cosiddetta Europa storica..) dovremmo iniziare ad essere un paese, poi magari anche civile, si spera!

    E altrettanto onestamente, penso che le religioni siano una vera disgrazia.

  2. L’osservazione di Francesca è giusta,io mi domando dove stanno tutte queste autorità?,o se dobbiamo lasciare fare di tutto ai musulmani ma io mi domando noi cattolici se andiamo nei paesi arabi che libertà abbiamo???,…io personalmente non mangio carne men che meno quella di agnello,io in Italia vedo un lungo cammino da fare per diventare un vero paese europeo perchè c’è troppa gente pusillanime e anonima.Ovviamente solo l’euro non bastava al contrario di quello che dicevano i politici dell’epoca e qualcuno voleva pure diventare presidente della repubblica.

  3. francescamanimali

    Concordo con Massimo I., ma mi chiedo se alla fine un’oasi animalista sia la soluzione. Non se se ve ne state accorgendo, ma con questi riti e rituali…le ns battaglie per civilizzare la Pasqua cattolica, stanno andando a farsi friggere!! Qui, siamo in piena emergenza macellazioni religiose (si fa per dire) operate senza alcuna pietà per gli animali da sacrificare. Se continua così ci porteranno la corrida in Italia…

  4. cioè……ma veramente siamo al collasso della civiltà robe da medioevo….in questi ultimi quattro giorni in vari siti e articoli vari su questa robe del sacrificio musulmano e macellazioni clandestine ne ho letto di tutti i colori ma le istituzioni sono cieche a tutto ciò che avviene?solo noi cittadini incontriamo queste situazioni?

  5. Mi aspetto che venga data in adozione ad un ‘oasi animalista altrimenti che senso avrebbe???

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com