Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Appelli / [APPELLI] Gigi, cane “in galera” e discriminato perché malato di Leishmania

[APPELLI] Gigi, cane “in galera” e discriminato perché malato di Leishmania

“Ragazzi io sono disperata, con tutti i cani che gestisco non riesco ad andare due volte al giorno da lui per curarlo. Fra l’altro a settimane devo iniziare la scuola di parrucchiera e non riuscirò più a fargli le cure di cui ha bisogno,non so più cosa fare,il suo album ha girato tutta l’Italia ma MAI MAI MAI nessuna richiesta per lui, perché affetto la Leishmania!

Vi prego,aiutatemi a trovare una soluzione, non voglio arrivare al punto di non riuscire più a curarlo! Cerca subito stallo o adozione, è chiuso in quel MALEDETTO BOX giorno e notte, Gigi vuole vivere!

La cura è semplice, semplicemente una pillola mattina e sera. L’unica difficoltà che ho è andare da lui due volte al giorno,mentre la cosa che più mi rattrista è vederlo rinchiuso ed ignorato!

Qui il link del suo album, vi incollo anche qui tutta la sua storia (Le spese sono state tutte coperte, non servono soldi!):

Gigi è una taglia piccola (non mi arriva nemmeno alle ginocchia), ha un anno e mezzo circa e si trova a Corigliano Calabro (CS), ma per una buona adozione arriva ovunque.

Adottabile in tutta Italia previo compilazione modulo di adozione e controllo pre affido.

Gigi non conosce il mondo che c’è all’infuori di quel box, questa è la sua triste storia. Rinchiuso in una sorta di box dal mattino alla sera, ogni giorno, lui non conosce altri cani e non conosce l’amore di una famiglia, non è mai stato portato a passeggio e non ha mai avuto buone cure dal suo padrone, mai un vaccino [attualmente il vaccino di Gigi è stato effettuato grazie alle donazioni, NdR] e mai neanche una carezza, solo del mangiare buttato a terra.

Lui conosce solo quell’uomo che dall’esterno del cancello gli butta cibo, quell’uomo che gli ha negato la libertà per rinchiuderlo come un condannato. Sarà brutto da dire, ma meglio randagio e non prigioniero.

Gigi non conosce l’affetto umano, conosce solo l’indifferenza.

Mi trovavo un giorno a passare da quelle parti e vidi questo dolcissimo peloso: desiderava coccole, solo coccole. L’accarezzai e i suoi occhi mi fecero innamorare.

A partire da quel giorno andai sempre a trovarlo, e notai  che il contorno degli occhi era senza peli (come potrete notare dalle foto), da qui il dubbio: leishmania? Rogna?

Il suo proprietario è una persona pericolosa per cui parlai con lui in modo gentile ed educato, anche se sarei voluta esplodere e dirgliene di tutti i colori.

Fortunatamente mi diete retta: gli chiesi di poter trovare un’altra sistemazione al cane e mi disse subito di si.

Disse che lo teneva in quelle condizioni perchè lui non aveva pazienza. Gigi era di suo figlio e suo figlio era in galera ormai da qualche mese, per cui il padre riteneva Gigi solo un peso.

Gigi ha il diritto di vivere, merita lunghe passeggiate, infinite coccole, tanto amore e soprattutto merita la libertà che ormai da tempo gli era stata negata.

Al momento non so dirvi se va d’accordo con altri cani ma presto lo porterò dal veterinario e vi farò sapere.

Gigi cerca urgentemente casa, il proprietario lo terrà fin quando non lo farò partire. Per favore,togliamolo presto da lì .

NO CATENA, NO BOX, NO REGALO PER BAMBINI.

Lavoro e sono molto impegnata il giorno per cui vi prego di chiamare solo se realmente interessati al cani e disposti a seguire la prassi- modulo di adozione e pre affido.

Per info non esitate a contattarmi: Ellen 327.0987971″.

L’evento di Gigi può essere seguito a questo link su Facebook.

A questa pagina, invece, potete vedere il suo album di foto.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com