Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Tanzania, il Ministro dice: “Giustiziate sul posto i bracconieri di elefanti”

Tanzania, il Ministro dice: “Giustiziate sul posto i bracconieri di elefanti”

La Tanzania è stanca di vedersi privare dei pochi elefanti rimasti dai bracconieri. E la stanchezza e la rabbia si riflettono nelle parole del suo Ministro del Turismo Khamis Kagasheki, che ha recentemente suggerito di sparare a vista sui cacciatori di frodo colti in flagranza di reato.

La dichiarazione sarebbe stata rilasciata durante una conferenza sulla protezione dei pachidermi, durante la quale sono state chieste anche pene più severe per questo tipo di reati.

“Sono consapevole del fatto che alcuni presunti attivisti per i diritti umani faranno un putiferio sostenendo che anche i bracconieri hanno diritto di essere processati nei tribunali, come ogni persona”, avrebbe commentato il Ministro Kagasheki. “Però diciamocelo, i bracconieri non solo uccidono gli animali selvatici, ma non esitano neanche a sparare sulle persone innocenti”.

Il bracconaggio in Tanzania è altissimo: il Paese ospita circa 70/80mila elefanti, equivalenti ad un quarto dell’intera popolazione dei pachidermi africani. L’anno scorso, i bracconieri ne hanno ammazzati 36mila e gli animali potrebbero arrivare ad estinguersi entro dieci, dodici anni.

La dichiarazione di Kagasheki ha spaccato a metà l’opinione pubblica: alcuni gruppi ambientalisti hanno sostenuto che un atteggiamento del genere sarebbe controproducente e porterebbe ad una escalation della violenza. D’altro canto, c’è chi pensa che un inasprimento delle reazioni sia ormai l’unica soluzione rimasta per proteggere i pochi elefanti superstiti.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Cosi si fa..Vorrei cosi anche in Italia!

  2. Chi uccide merita di essere ucciso, come l’esercito alleato uccise i nazisti per liberare gli ebrei, gli zingari, gli omosessuali rinchiusi nei lager (gli attuali mattatoi), anche uccidere dei bracconieri è un atto di giustizia e salvezza per degli animali innocenti. A volte ci vuole la violenza per fermare la violenza.

  3. Averceli noi ministri così!
    Purtroppo a mali estremi, estremi rimedi.
    E purtroppo è vero che i bracconieri sparano anche alle persone innocenti.

  4. Penso anch’io che l’idea di intervenire sul posto contro i bracconieri sia vincente Magari non ucciderrli, ma ferirli alle gambe, per esempio, andrebbe bene cossi’ no potrebbero più delinquere

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com