Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: pitbull salva la vita al proprietario disabile, accoltellato durante una rapina

USA: pitbull salva la vita al proprietario disabile, accoltellato durante una rapina

Si chiama Bella, il meticcio pitbull che nella città americana di Seattle ha salvato la vita al suo proprietario. L’uomo, un 67enne in sedia a rotelle, era stato accoltellato durante una rapina in casa.

Teri Lynne è la donna alla quale Bella è riuscita a chiedere aiuto, evitando che il suo proprietario morisse dissanguato. La donna si trovava in auto assieme al fidanzato quando il pitbull si è parato loro di fronte, abbaiando in mezzo alla strada.

“Credo con tutto il cuore che fosse uscita per chiedere aiuto”, commenta la Lynne, spiegando che l’animale l’aveva condotta all’interno dell’abitazione dove il suo proprietario giaceva immobile sul pavimento, ferito da numerosi colpi di coltello.

La donna si era subito prodigata per l’anziano e aveva contattato il 911.

Sospettato della rapina e del tentato omicidio è un 30enne già individuato dalle forze dell’ordine. Si sarebbe recato a casa del disabile dopo aver accoltellato a morte anche la propria madre e il proprio cane.

Bella è stata restituita alla figlia della vittima. L’altro cane di famiglia, un altro pitbull, anch’esso impegnato a cercare aiuto dopo l’aggressione, è stato invece investito da un’auto che non si è fermata. Il suo corpo senza vita giaceva a qualche isolato di distanza dall’abitazione.

La guardia zoofila Susanna Beauregard della locale Protezione Animali spiega che è assolutamente possibile che i cani stessero chiedendo soccorso all’esterno della casa. “Era chiarissimo che fosse successo qualcosa di grave a casa, e i cani erano spaventati, stressati dalle condizioni del loro umano e ovviamente in necessità di supporto umano. Ci sono tante cose che i cani cercano di dirci”.

“Al momento non sappiamo se il proprietario di Bella sopravviverà alle ferite, ma di certo non era in grado di chiedere aiuto da solo”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Una storia davvero assurda.
    Mi dispiace per il signore e per l’altro cagnolino.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com