Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Grosseto: i ragazzini che lanciano i gattini giù dalle mura medioevali

Grosseto: i ragazzini che lanciano i gattini giù dalle mura medioevali

Un gruppo di ragazzini avrebbe preso l’abitudine di lanciare animali, possibilmente piccoli e indifesi, giù dalle mura della cinta di Grosseto.

È questa la denuncia recentemente pubblicata da Il Tirreno, che ha ricevuto segnalazione da diversi commercianti della zona.

Una in particolare racconta: “Vedo una scena agghiacciante. C’è un gatto come sospeso nel vuoto, e io ho ancora in testa il fotogramma di lui che precipita veloce, vola giù finché non atterra sull’asfalto. Se non muore è solo perché i gatti hanno sette vite”.

L’animale era stato lanciato da un’altezza di circa dieci metri da un gruppo di ragazzini e la negoziante si chiede se siano gli stessi che “due mesi fa rendevano insonni gli abitanti del centro, spaccando vetri e lanciando sassi contro la piazza. Ora la loro ultima follia, l’ennesima declinazione di atti vandalici senza fine, l’ultimo gioco, è quello di lanciare animali giù dalla cinta medioevale”.

È probabile che il micio preso di mira appartenesse ad una delle numerose colonie feline che popolano il centro e che lì vivono da secoli, sostanzialmente indisturbate.

È altresì certo che il micio visto volare dalla negoziante non sia stato l’unico poiché Il Tirreno riporta di testimonianze analoghe rese da altri cittadini.

Il punto prediletto per le azioni di violenza sarebbe Piazza del Sale, un luogo raggiungibile solo dopo aver scavalcato alcuni muri.

Qui, un micino di poche settimane che veniva accudito dalla madre assieme ad un fratello è stato prelevato e gettato di sotto. Si è salvato miracolosamente, ma quando i soccorritori hanno cercato di raggiungere i ragazzini, quelli erano già scappati.

In un’altra occasione, un gatto terrorizzato ha cercato di sfuggire alla baby gang infilandosi in un negozio di lampade, tanto che per liberarlo sono dovuti intervenire i pompieri. Un terzo gattino si è nascosto in un negozio di scarpe, ed è stato soccorso dalla proprietaria.

Ma i piccoli vandali non sembrano avere intenzione di fermarsi, e non sono ancora stati identificati.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. futuri delinquenti

  2. IF – SE
    …i miei genitori mi avessero beccato a fare una cosa simile:
    non sarei qui a scrivere.

  3. IF – SE
    …fossi la madre di questi:

    OMISSIS

  4. Siamo al colmo un gruppo di piscialletto terrorizza la città.
    Quando andranno oltre che massacrare ed uccidere animali indifesi – pena per cui io introdurrei la detenzione anche minorile – diranno tutti…eh ma…si ma noi non ce lo aspettavamo mica, son ragazzini caschiamo dalle nuvole e stronzate del genere.

    Riprendetevi!

    Dove sono i controlli?
    I Vigili?
    Polizia?
    I genitori? (Fateli pagare se li trovate se…)
    Possibile che nessuno ha visto nulla, sono dei mutaforma?

  5. Concordo in tutto con Marina. Nemmeno a perdere tempo per identificarli perchè, come sempre, nessuna pena perchè sono minorenni, perchè i genitori tengono loro bordone, perchè, perchè….E intanto questi delinquenti sfogano i propri istinti su animali indifesi pronti, una volta maggiorenni, a prendersela con gli extracomunitari, i gay e quant’altro

  6. se li becco io al momento del “crimine” potrei non rispondere delle mie azioni,e la cosa bella diventerebbe che io finirei in galera per aver difeso la vita di un gatto e per aver fatto giustizia,e loro, se avranno la fortuna di essere ancora vivi dopo aver fatto anch’essi un volo di 10 metri,sarebbero sicuramente incensurati e liberi di commettere altre cazzate del genere.ragazzi scriviamo in massa al comune perchè vengano presi dei provvedimenti seri nei loro confronti e che le loro famiglie vengano informati di cosa combinano i loro cari figliuoli mentre scorrazzano per la città come scimmie impazzite.

  7. Cinzia Bolognesi Piani

    Ma almeno una denuncia contro ignoti è stata fatta?

  8. E se anche li identificano che gli fanno? Niente. Sono ragazzini, si sa che i ragazzini fanno queste cose… e giù con stronzate simili. A parte l’ovvio “li getterei dalla rupe” (che è quello che farei se lii beccassi), qui la questione è sempre la mancanza di una pena certa. Se la pena fosse esemplare sia per i genitori che per i figli (io, di certo, non gli eviterei il carcere) forse, e dico purtroppo forse, qualcun altro ci penserebbe due volte prima di commettere simili atrocità. Ma sappiamo benissimo che in italia non c’è la volontà per punire i crimini…
    Cmq non so cosa aspetta il comune a mettere delle telecamere.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com