Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Cane morto strangolato a Roma: condannati i proprietari, ma per Scooby tutto tace

Cane morto strangolato a Roma: condannati i proprietari, ma per Scooby tutto tace

Si chiamava Scooby il molosso strangolatosi a morte dopo essere stato legato ad una cancellata da alcuni agenti di Polizia, a Roma. Della vicenda avevamo parlato nel dettaglio in questo articolo.

È notizia di queste ore che i suoi proprietari sono stati condannati rispettivamente a due anni e sei mesi e quattro mesi di reclusione. Il primo è stato ritenuto colpevole di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e rapina, mentre il secondo di lesioni e resistenza. Si chiamano Giorgiu Cosmi e Vasile Popov e sono due cittadini rumeni.

Alcuni giorni fa, mentre gli agenti intervenivano per fermarli dalla distruzione di una pizzeria, i due avevano aizzato contro di loro Scooby, che aveva poi morso la passante Gigliola Guerinoni.

Il cane, immobilizzato dai poliziotti con un cappio attorno al collo, e con un capo della corda fissato troppo alto ad una cancellata, era morto strangolato di fronte a numerosi testimoni dopo una lunga agonia. Nessuno dei presenti era riuscito ad intervenire per soccorrerlo nonostante lo stato di grave sofferenza a causa delle reazioni minacciose degli agenti, come testimoniato da un video girato sul posto (che potete vedere qui).

Continua, intanto, la raccolta di firme per chiedere giustizia per Scooby: della sua morte, in effetti, finora nessuno si prende la responsabilità anche se dalla Procura di Roma sarebbero partite le indagini di rito. La Polizia si scrolla di dosso ogni accusa perché, a suo avviso, sono state rispettate le procedure e la questione si rimpalla sui veterinari ASL che si sono presentati sul posto soltanto qualche ora dopo.

ENPA ha presentato denuncia e commenta: “Siamo sconvolti e indignati per la morte del cane avvenuto a Roma ed esterrefatti dall’atteggiamento colpevolmente omissivo di quanti hanno assistito alla terribile agonia dell’animale, documentata anche da riprese video, senza muovere un dito”.

“Scorrendo le immagini del filmato, l’impressione è che il cane sia stato abbandonato a se stesso, pagando la noncuranza e il disinteresse di chi avrebbe dovuto invece evitare un epilogo tragico. Vogliamo sapere se, vista la situazione di grave pericolo per la sua vita, che in questi casi deve avere la priorità, e vista l’impossibilità di fare arrivare un veterinario sul posto sono state considerate possibili soluzioni di emergenza per salvarlo. Da chiarire anche il ruolo avuto in questa agghiacciante vicenda anche dai servizi veterinari. Naturalmente, qualora dovessero emergere inadempienze e ulteriori omissioni, ci auspichiamo che i responsabili ne rispondano personalmente”.

Nella foto: Scooby in agonia (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. …Stendiamo un velo pietoso!! questa è la giustizia Italiana …Non ci dobbiamo meravigliare ma sperare di non icappare mai in questo carosello di giustizia del cazzo…Ingiusta

  2. Purtroppo nelle forze di polizia alberga una buona fetta di pessimi individui che si arruolano proprio per dar sfogo ai loro bassi istinti. I sindacati di questa polizia sono sempre a difendere l’operato dei loro accoliti in maniera vergognosa. Bene la condanna ai due orridi rumeni degni della sfiga sempiterna che li raggiungerà per il loro misfatto. sarà poi da vedere se sconteranno la pena….. Ma bisogna intervenire anche su chi non è intervenuto per salvare il povero Scooby che ormai è andato sul “Ponte dell’arcobaleno” dove finiscono la loro esistenza i cani infelici.
    Ciao Scooby, no perdonare tutta la gente che ti ha ucciso, vivi felice sul ponte insieme a tante belle pelosine. Un bacio

  3. E una VERGOGNA. Anche i poliziotti devono pagare. Il cane non era agressivo. I propretari hanno ricevuto tropo poco. Sono delle vere M. Il cane non ce piu…..VERGOGNA. L’essere umano e la bestia piu cativa che ci sia.
    Scooby ti voglio bene….sei stato usato come sempre l’essere umano fa. Il sasso che hanno scagliato tutti i presenti, tornera indietro…e come

  4. E il poliziotto che avrebbe detto”ti sparo in testa” ???

  5. Quindi sarebbe normale procedura lasciar soffocare un cane appeso ad una corda impedendo a chiunque di intervenire non per liberare il cane, bensì per mettere lo stesso in condizioni di sicurezza evitanto che la fune stretta lo porti alla morte per impiccagione?

    Questa continua ad essere una vergogna, questa gente che ha permesso questo scempio indecente deve pagare per la propria colpevolezza come ogni cittadino che è chiamato in egual misura dinanzi alla legge.

    La responsabilità c’è e la colpa va perseguita!

  6. tutti agenti inclusi sono da ritenere colpevoli io voglio firmare la petizione perche’ venga fatta giustizia

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com