Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Taiwan: apre il primo santuario antibracconaggio per le tartarughe

Taiwan: apre il primo santuario antibracconaggio per le tartarughe

Il sequestro, nelle ultime settimane, di oltre 5000 tartarughe Mauremys mutica a Taiwan starebbe spingendo il governo ad aprire il primo santuario dedicato alla specie.

Gli ultimi animali soccorsi, 2439 in tutto e rigorosamente in via d’estinzione, sono stati individuati all’interno di una barca da pesca a Tungkang, un porto della contea meridionale di Pingtung, ed erano destinati al mercato alimentare e farmacologico cinese.

Lo skipper e i tre membri dell’equipaggio sono stati arrestati e potrebbero essere condannati ad una pena detentiva fino a cinque anni, oltre che al pagamento di una multa di 50 mila dollari. La legge taiwanese protegge infatti con le unghie e con i denti la sua fauna selvatica.

L’ultimo sequestro va a sommarsi a quello avvenuto soltanto un mese fa, quando la guardia costiera locale soccorse 2626 rare tartarughe che si trovavano a bordo di un natante al largo dell’isola.

Proprio in funzione del numero esorbitante di creature salvate, ora, Taiwan starebbe iniziando la costruzione di un santuario per tartarughe dove gli animali possano essere accuditi senza timore di finire nelle grinfie dei bracconieri.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Mi auguro che questo progetto di santuario, sia una realtà solida da esportare in tutto il mondo.
    Le tartarughe sono degli animali splendidi. 🙂

  2. Qualcosa di veramente umano!
    Grazieeeeeeeeee 😀

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com