Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Formia: il corpo senza vita di un cane gettato tra i rifiuti

Formia: il corpo senza vita di un cane gettato tra i rifiuti

È una foto che sta facendo il giro della rete, quella che riprende il corpo senza vita di un cane semisepolto dai rifiuti. I resti sono stati individuati in un cumulo di immondizia alla periferia di Formia lo scorso mercoledì mattina. Le forze dell’ordine, subito allertate dai residenti della zona, non hanno potuto che prendere atto della situazione.

L’animale sarebbe un meticcio che qualcuno ha parzialmente avvolto in un sacco di plastica, per poi disfarsene come se fosse un rifiuto. I sanitari dell’ASL locale hanno prelevato il corpo per smaltirlo successivamente secondo le disposizioni di legge.

Sulla vicenda non sono noti altri dettagli.

Nella foto: il corpo del cane (fonte H24Notizie).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Johnny, amico e fratello di stupore, dolore, e qualche gioia (per fortuna!),

    neanch’io riesco a comprendere.

    E’ per questo che ho voluto guardare questa immagine non dalla parte dell’umano che ha negato al corpo di un essere che era vivo il rispetto che si dona agli umani quando muoiono (e che disgusto, credimi, quando entro nella piccola cappella ove è tumulata mia madre… “l’inutile bazar della morte”, come lo chiamava lei).
    Ho voluto guardare l’immagine dalla parte del cane che, anche da morto, ha in sé un amore talmente grande, da superare in qualità e quantità di amore qualsiasi miseria umana.
    Ho guardato questa immagine e, come umana (viva), io ho ricevuto una lezione di vita da un cane (senza vita, lasciato tra i le immondizie): sono certa che il cane avrebbe perdonato all’umano anche questo gesto, se avesse potuto sapere, prima di morire, di finire là dove è stato lasciato.
    Ho voluto inchinarmi alla bestia, rendendo omaggio alla sua vita e alla sua morte, oltre che al suo corpicino, abbassando lo sguardo… come si fa davanti alle vittime innocenti, negli olocausti che mai hanno fine.

  2. Perchè fare una cosa del genere?
    Io non lo capisco, non ci riesco.

  3. Perdonatemi… Ho trascritto omettendo il complemento :/

    Ri-scrivo:

    “[…] perché l’amore senza riserve e spesso disperato di un cane verso l’uomo è uno dei fenomeni più commoventi, ma soprattutto più misteriosi che avvengono quotidianamente sulla Terra.”. Lo scrisse Dino Buzzati, nel 1959.

    Grazie!

  4. Quel corpo senza vita della “bestia” rende onore ai rifiuti… non all’umano che lo ha lasciato lì, come un oggetto rotto.
    Quel corpo onora anche chi non ha la parvenza dell’onore, ne’ dell’amore.

    “[…] perché l’amore senza riserve e spesso disperato verso l’uomo è uno dei fenomeni più commoventi, ma soprattutto più misteriosi che avvengono quotidianamente sulla Terra.”.
    Lo scrisse Dino Buzzati, nel 1959.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com