Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Termoli: dopo la randagia Titta, avvelenato a morte anche il cane Wolly

Termoli: dopo la randagia Titta, avvelenato a morte anche il cane Wolly

È stato trovato nel primo mattino del 4 settembre scorso, il corpo senza vita di Wolly. L’animale era riverso a pochi metri da casa, con la bava alla bocca.

Soltanto qualche giorno prima anche la randagia Titta era stata vittima dell’avvelenatore seriale che ha preso di mira i cani di Termoli. I resti della cagnetta erano stati vegliati per tutta la notte dal suo compagno, che la mattina dopo aveva dato l’allarme: ne avevamo parlato qui.

Wolly era un cane padronale e il suo corpo si trovava soltanto a poche centinaia di metri dalle sterpaglie in cui i volontari avevano recuperato Titta.

Secondo PrimoNumero, dopo la segnalazione dell’uccisione della randagia il sindaco di Termoli avrebbe dovuto fare apporre, in 48 ore, cartelli che indicavano la presenza di veleno nella zona.

Dice Angela Annecchione, responsabile locale di OIPA: “Nulla di tutto questo è stato fatto”. E parla di una situazione di “totale disinteresse che sta prendendo le connotazioni dell’emergenza”.

Il corpo di Wolly è stato ritrovato da un vicino di casa che ha subito informato la famiglia. Il cane aveva undici mesi ed era stato adottato assieme ad altri tre fratelli, dopo che la cucciolata era stata trovata abbandonata nella cunetta di un cimitero.

Foto: Wolly (fonte PrimoNumero).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Da dargli fuoco… con un Bic (len-ta-men-te).

  2. che disperazione…

  3. Seppellite vivo l’aguzzino basta abusi

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com