Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / [FOTO] Romania, l’allarmismo funziona. Già decine i randagi avvelenati

[FOTO] Romania, l’allarmismo funziona. Già decine i randagi avvelenati

È l’associazione italiana Save The Dogs & Other Animals, di stanza in Romania, ad informare il pubblico italiano della mattanza dei randagi. Dopo l’aggressione e uccisione (la prima in sette anni) di un bambino lasciato incustodito troppo a lungo, il governo Basescu ha colto la palla al balzo per riproporre l’immediata eutanasia massiva di tutti i randagi. Una proposta di legge identica era stata bloccata soltanto un paio d’anni fa dalla Corte Costituzionale e che oggi viene riesumata per l’occasione in una modalità che in molti considerano strumentale.

L’allarmismo alimentato dalle dichiarazioni governative e dai mass media ha, in Romania, portato immediatamente ad un’impennata delle uccisioni dei cani randagi a prescindere dalla loro mansuetudine.

E l’immagine scioccante dei corpi senza vita di numerosi animali, avvelenati nella città di Bragadiru e successivamente imbustati e caricati su un camion, sta facendo il giro del web. È evidente che le soluzioni cruente proposte dal presidente Basescu, già famigerato per le sue modalità di gestione del randagismo quando era sindaco di Bucarest, stiano legittimando azioni sadiche da parte dei privati cittadini.

Commenta Save The Dogs su Facebook: “Al momento le nostre energie sono concentrate a mantenere il controllo sulle due città dove lavoriamo da molti anni e dove tanti soldi dei donatori sono stati spesi. Dobbiamo fare in modo che non venga distrutto il nostro lavoro e che i sindaci e i cittadini, sull’onda emotiva, non cambino rotta sulla gestione dei cani. Per il momento va tutto bene. Questa è la priorità. I nostri tentativi di andare in TV a discutere con un sacco di disinformati, soprattutto politici, sono falliti perché le TV rumene sono in mano ai partiti. Lavoriamo dietro le quinte tramite contatti politici in Romania e fuori”.

Sfortunatamente l’associazione non è in grado di controllare l’intero territorio rumeno, sul quale, a detta dello staff di volontari, si registrano nelle ultime ore avvelenamenti di cani “a dimostrazione che i fatti di questi giorni legittimano azioni crudeli e sconsiderate”.

Nella foto: i corpi dei cani avvelenati sui camion (fonte StirileProTV).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. ottimamente esposto Johnny, grazie.

  2. Questi individui sono dei criminali plurimi, delinquono più volte, la prima è intascarsi e spartirsi i fondi europei, la seconda ammazzando e smaltendo questi animali che hanno la sola colpa di vivere in un territorio nel quale loro possono essere un buon business se lasciati a morire per le strade e succesivamente sterminati e smaltiti (grossi guadagni) con una scusa.
    Il governo rumeno è il diretto responsabile della morte di quel povero bambino, così come di tutte le altre vittime, animali ed umane.

    Dove cazzo è Strasburgo? Perchè questa scellerata e depravata Europa non punta il dito sul governo rumeno adesso?
    Perchè ogni giorno si deve vedere lo schifo che genera profitto per gli assassini e i criminali e morte e dolore per tutti gli altri?

  3. Vedere qst mattanza e una sofferenza indicibile!
    Purtroppo le parole di rabbia servono a poco, bisognerebbe usare il nostro cervello e le nostre energie per porre fine a questo scandalo!
    Dio mio la Romania e un paese europeo e avanzato, non è possibile che reagisca in questo stupido e sadico modo!

  4. Spero tanto che questi popoli incivili che non hanno nessun rispetto x la vita vengono interamente sterminati da terremoti alluvioni cosi si capirà che chi non ama e rispetta ogni forma di vita sarà sottoposto alla stessa fine

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com