Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Olbia: cuccioli chiusi in una busta e gettati nel cassonetto salvati dai Carabinieri

Olbia: cuccioli chiusi in una busta e gettati nel cassonetto salvati dai Carabinieri

Sono stati i Carabinieri, su segnalazione di un cittadino, a salvare la vita a cinque cagnolini neonati imbustati e gettati nella spazzatura. La vicenda arriva da Olbia, dove un passante ha udito per puro caso i lamenti dei piccoli.

I militari dell’Arma li hanno recuperati: si trovavano sigillati in una busta di plastica poi gettata in un cassonetto dell’immondizia.

I cuccioli sono stati affidati alle cure dei volontari della LIDA, che a Olbia gestisce il rifugio Fratelli Minori.

Foto: i piccoli recuperati (fonte ANSA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. Elisabetta Lelli

    Cara Rosanna,

    invece dove vivo, (la bellissima ma provincialissima ed ottusa Ascoli Piceno), voler far rispettare certe Leggi desta spesso irritazione, addirittura sconcerto (Cfr. “Ma perché non si pensa a cose più importanti, invece che alle STUPIDAGGINI?!?”, il pensiero retrivo ed anche pericoloso di coloro che generalmente non fanno un benemerito czz riguardo le “cose importanti”. Tipico.
    Detesto il “bigottismo civile” di certi individui, non posso farci nulla…

  2. Per Elisabetta: a Milano e Provincia, fortunatamente, succede proprio così, sia per i cani che per i gatti! Non esiste, ovviamente, il cane di quartiere!

  3. Ma perchè non muoiono stì schifosi?

  4. Elisabetta Lelli

    A Rosanna.

    “CURA/STERILIZZAZIONE di RANDAGI – ASL VETERINARIA

    Che cos’è il cane libero accudito?
    Si tratta di cani randagi, controllati però da cittadini (che volontariamente si offrono come “tutori” del cane) , sterilizzati, regolarmente microchippati e curati dalle Asl. Quando hanno problemi sanitari e di socializzazione, sono ospitati nei canili comunali e, se rieducati, possono essere adottati.
    A chi appartengono i cani randagi?
    In quanto “randagi”, la legge (281/1991 art. 3 e art. 4) stabilisce si tratti di cani di pertinenza del comune: appartengono al Sindaco! Ed egli, come tale, ne ha la piena responsabilità, è tenuto a occuparsi di loro (creando e controllando il funzionamento di apposite strutture, idonee e regolari), a farli sterilizzare, microchippare, vaccinare a nome (e a spese) del proprio comune, supportato dall’intervento delle ASL. Così come è responsabile degli eventuali danni cagionati dagli animali a cose o persone.
    Situazioni di cani vaganti (che non siano, attenzione, cani liberi accuditi, o cani padronali sfuggiti alla custodia del proprietario: in entrambi i casi, per legge dovrebbe essere presente un chip e, quindi, un proprietario), oppure di cani randagi stipati in canili convenzionati con maschi e femmine fertili tutti insieme, o sterilizzazioni assenti, o assenza di chip e di registrazione all’anagrafe canina, o via dicendo, sono tutte di pertinenza del Sindaco.
    Quali sono i compiti delle Asl?
    Devono prevenire il randagismo, sterilizzando cani e gatti randagi, portati dai cittadini, o recuperati sul territorio.
    A Roma, per sterilizzare gatti occorre iscriversi come titolari di colonia felina presso la Asl di zona, attendere la visita del servizio veterinario che censisce la colonia e poi si potrà prendere appuntamento per la sterilizzazione gratuita del gatto
    I cani dovranno essere portati in canile, dove si praticherà un costo inferiore rispetto a quello di veterinari privati. O dove saranno sterilizzati dalle Asl, se a seguito di cattura sul territorio.”

    SOURCE: http://www.federfida.org/

    Queste sono le Leggi, i fatti (purtroppo), appartengono ad altro.

    Un abbraccio,
    Eli

  5. Ma perché non sterilizzano??????

  6. Elisabetta Lelli

    Che merdacce umane! Mi preoccupo per la MAMMA di questi cuccioli!!!

    (IMPORTANTI i “Leggi anche:” sotto agli articoli di A4A!)

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com