Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Taranto: randagia legata col fil di ferro e incendiata. Salva per miracolo

Taranto: randagia legata col fil di ferro e incendiata. Salva per miracolo

È una rottweiler randagia di circa un anno l’ultima vittima di una brutale aggressione da parte di aguzzini umani e sconosciuti. A Grottaglie, in provincia di Taranto, è stata trovata vagante in condizioni fisiche e psicologiche drammatiche e immediatamente soccorsa dai volontari del canile di San Giorgio Jonico.

Nonostante fosse gravemente ustionata, la cagna si è fatta recuperare senza la minima esitazione e anzi ha mostrato da subito un’estrema docilità.

Arianna, una delle attiviste che l’ha presa in carico, racconta: “La veterinaria ha pianto, quando l’ha vista”.

La ricostruzione di quanto avvenuto alla rottweiler sembra sicura: è stata dapprima legata per il collo con un fil di ferro e assicurata ad un palo, poi cosparsa di liquido infiammabile e infine data alla fiamme. È stato solo per miracolo che il cane è riuscito a liberarsi e a fuggire, spegnendo in qualche modo le fiamme.

“Dovrà sopportare ora una lunga convalescenza per guarire dalle ustioni e dai tagli sul collo che si è procurata strattonando il fil di ferro. Poi sarà disponibile per l’adozione presso il Canile Sanitario Comunale di San Giorgio Jonico. Ha sofferto così tanto che ora merita una famiglia che le faccia dimenticare tutto”, concludono i volontari.

Foto: la cagna sottoposta all’abuso (fonte Leggo).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ma perchè? Al di là di tutto perchè???
    Non riesco a trovare nessun senso a tutto questo.
    Forza piccolina!
    Grazie a tutte le persone che hanno aiutato questa cagnolina.

  2. Non c’è mai fine a queste orrende crudeltà. Puglia, Sicilia, Sardegna e tutte le regioni del Sud, ma che cosa c’è nel cuore (se ne hanno uno) di questi meridionali? Come si può legare e bruciare un essere vivente? Ormai non ho più lacrime da troppe notizie di questo tipo.

  3. Sto piangendo anch’io!!!!
    Vergogna :spero possano soffrire quanto hanno fatto soffrire lei ….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com