Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Aviaria, ancora allarme a Mordano: altri 150mila animali da uccidere

Aviaria, ancora allarme a Mordano: altri 150mila animali da uccidere

Non si ferma l’emergenza influenza aviaria in Emilia Romagna. Un quarto focolaio di infezione sarebbe stato trovato nuovamente presso l’azienda Eurovo di Mordano, dove già alcune settimane fa erano state gassate a morte migliaia di galline ovaiole.

E così, altri 150 mila animali saranno vittime di un abbattimento massivo che sarebbe, peraltro, cominciato già nelle scorse ore.

Questi abbattimenti andranno a sommarsi a quelli di 65000 tacchini sani da gassare a morte nei pressi di Ferrara, a Portoverrara di Portomaggiare. Appartengono alla società Mixa, parte del gruppo Amadori.

Anche in questo caso, le uccisioni sono già cominciate e finora superano il milione gli animali vittime incolpevoli dell’influenza aviaria, concausata pesantemente dalle orrende condizioni di detenzione degli allevamenti intensivi.

Foto: repertorio (fonte Farm Sanctuary su Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Le cifre fanno spavento: oltre un milione di polli uccisi o che stanno per esserlo. Su un articolo ho letto che il virus non è pericoloso per l’uomo, e io dico magari lo fosse! Di fronte a questa strage di animali innocenti che vivono (?) la loro brevissima vita in condizioni inaccettabili una botta di aviaria “umana” sarebbe, per me, una botta salutare alla nostra infinita ingordigia, perchè di questo si tratta almeno in Occidente non di bisogni primari come il nutrirsi ma di pura e semplice ingordigia e in questo sono complici i signori medici e pediatri per i quali la carne e il latte sono indispensabili per la crescita dei cuccioli d’uomo!

  2. Fate schifo BASTA con questi allevamenti, ch deve pagare e sempre l’animale e non l’essere umano se cosi si puo definire

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com