Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Quintana di Foligno, morto cavallo di 5 anni. Si chiamava Scheggia nel Vento

Quintana di Foligno, morto cavallo di 5 anni. Si chiamava Scheggia nel Vento

Si chiamava Scheggia nel Vento, aveva solo 5 anni ed era una purosangue baia la cavalla rimasta ferita durante le prove della Quintana di Foligno.

L’animale è successivamente deceduto presso la Clinica Veterinaria dell’Università di Perugia.

Italian Horse Protection Association commenta, con amarezza, il lato oscuro di palii e feste popolari che coinvolgono, loro malgrado, gli equidi: “Presi singolarmente, questi incidenti sono archiviati con la scusa della casualità. Gli organizzatori non mancano di definirli rari, parte del gioco. In realtà coinvolgono innumerevoli cavalli ogni anno”.

“Eventi noti come il Palio di Siena e la stessa Quintana di Foligno danno l’esempio ad altri. E politicamente fanno sì che non si provveda ad una normativa nazionale unitaria e restrittiva. Le regioni continuano dunque a legiferare in autonomia, permettendo che alcuni prendano qualche misura di sicurezza e altri evadano i più indispensabili controlli”.

“Si tratti di ippodromo, salto ostacoli o festa di paese, per noi rimane inaccettabile che esseri viventi siano obbligati a prestazioni innaturali per dilettare l’uomo”.

La Quintana di Foligno era finita nell’occhio del ciclone nel 2011, quando una serie di intercettazioni telefoniche aveva portato alla luce la sgradevolissima realtà del doping dei cavalli: ne avevamo parlato in questo articolo.

Il veterinario responsabile della cavalla con cui il fantino Luca Innocenzi avrebbe disputato la gara e quest’ultimo così parlavano: “Damoglie un pochetto di benzina, Umbè, che stavolta se andiamo a vince dio caro facciamo un macello. Io non ho mai vinto, fammi vince dai”.

“La roba gliela facciamo tutta insieme o no?”.

“Sì sì, bombardarla proprio. Portarla senza mezzo dolore che la cavalla soffre dentro”.

Chissà quanto anche la povera Scheggia nel Vento, cinque anni soltanto, avrà sofferto prima di morire. Si era fratturata gravemente durante una seduta di allenamento, lo scorso 17 agosto, e c’è chi sostiene che non era stata fermata subito ma aveva dovuto concludere il giro.

La frattura era scomposta, incurabile. Scheggia nel Vento è stata abbattuta sul tavolo operatorio.

Chiunque voglia firmare la petizione indetta da Italian Horse Protection contro i palii, può farlo a questo link.

Foto: Scheggia nel Vento (fonte La Nazione).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com