Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / [FOTO] Guerra in Siria: il gas nervino stermina anche gli animali

[FOTO] Guerra in Siria: il gas nervino stermina anche gli animali

“Tre giorni fa un attacco al gas nervino nella capitale siriana ha provocato la morte di quasi duemila persone.

Qualsiasi cosa sia stata usata per provocare questa strage ha ucciso anche centinaia di animali, che giacciono morti per le vie di Damasco.

La guerra colpisce tutti, indiscriminatamente, animali umani e non, porta dolore e morte senza confini di specie.

La guerra è uno dei più violenti ed estremi risvolti di questa società, il luogo privilegiato della negazione di ogni diritto.

Ci sono guerre dimenticate e taciute, altre pubblicizzate e amplificate, i mass media ci insegnano che esistono addirittura guerre “umanitarie”. La manipolazione delle coscienze è così potente da potersi permettere di assimilare questa aberrazione orrorifica a qualcosa che è semanticamente, logicamente e razionalmente il suo opposto.

Altrettanto subdolamente le nostre menti vengono quotidianamente riempite di false informazioni atte a coprire e nascondere quella che è la più grande guerra della nostra società.

Una guerra spacciata come necessaria per la nostra salute, il nostro palato, la nostra tradizione, che rappresenta il trionfo per eccellenza della manipolazione delle coscienze.

È la guerra permanente che gli animali sono costretti a subire quotidianamente, vittime del massacro silenzioso che avviene ogni giorno negli allevamenti e nei laboratori di tutto il mondo.

Prendi parte al cambiamento: attivati per la liberazione animale!

Nemesi Animale – Per la liberazione di ogni essere vivente”.

Comunicato dell’associazione Nemesi Animale, originariamente pubblicato su Facebook.

Secondo Giornalettismo, un gruppo di volontari si sarebbe preso carico di recuperare dalle strade le carcasse di animali al fine di evitare la diffusione di malattie.

Nella foto: alcuni degli animali sterminati (fonte Nemesi Animale su Facebook) e il recupero dei resti di un gatto da parte di alcuni volontari (fonte Giornalettismo).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com