Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Brescia, emergenza bocconi avvelenati: 5 vittime in una settimana

Brescia, emergenza bocconi avvelenati: 5 vittime in una settimana

È emergenza al confine tra Monticelli Brusati e Provezze, in provincia di Brescia, a causa di un anonimo avvelenatore di animali. Le vittime, finora, sono state ben cinque in una sola settimana.

Numerosi cani che si trovavano in passeggiata nei campi hanno infatti ingurgitato polpette tossiche e per cinque di loro non c’è stato nulla da fare: sono morti.

La questione ha suscitato preoccupazione e rabbia tra gli abitanti della zona, e ha naturalmente portato ad una denuncia.

Un uomo, proprietario di un cane salvatosi miracolosamente dall’avvelenamento, commenta: “Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo. Ci siamo rivolti ai Carabinieri per denunciare l’accaduto e speriamo che questi episodi cessino. Non si erano mai visti cinque cani morti per avvelenamento nel giro di una sola settimana. Non sappiamo cosa pensare: siamo amareggiati, anche perché questi fatti sono avvenuti nell’unico campo in cui possiamo portare i cani a passeggiare liberamente”.

Sarebbero stati recuperati pezzi di salsiccia imbottiti di veleno, e freschi, come se l’avvelenatore passasse a distribuirli quotidianamente. I bocconi rischiano inoltre di colpire non solo i cani, ma anche gli animali selvatici che transitano per la zona come cinghiali e volpi.

I residenti della zona sospetterebbero di qualcuno, ma nomi non ne sarebbero stati fatti.

Foto: Liko, uno dei cani sopravvissuti al veleno (fonte BresciaOggi).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com