Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Sabaudia: inaugurata spiaggia per cani tra le proteste dei bagnanti

Sabaudia: inaugurata spiaggia per cani tra le proteste dei bagnanti

Una fetta di spiaggia libera, a Sabaudia, è stata dedicata ai cani in modo che potessero rilassarsi assieme ai loro proprietari. Peccato che l’inaugurazione sia stata funestata dalle proteste dei bagnanti, che non gradiscono l’idea di dover fare il bagno nella stessa acqua in cui sguazzano i cani.

Sempre secondo i villeggianti, l’area cani non sarebbe opportunamente delimitata (a separarla è presente una semplice corda). Mentre il sindaco Maurizio Locci presentava la spiaggia per i cani, i bagnanti urlavano: “Fai le passerelle per i disabili!” e “Hai più attenzione per gli animali che per i turisti che pagano parcheggio e servizi, vergogna!”.

Foto: repertorio (fonte Velo4it-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Perchè secondo voi l’italia è un paese civile? Da come trattiamo gli immigrati, alle barriere architettoniche che impediscono l’accesso ai disabili in moltissime strutture, alle orrende crudeltà verso gli animali e via elencando. Ma quale paese civile del cavolo, la strada da fare è lunga e, purtroppo, da quello che vedo tutta in salita!

  2. Marta ThePanther Rindi ti rispondo dicendoti che sono d’accordo con te al 101% !
    Se poi vogliamo parlare delle siringhe, ed altra immondizia – di ogni genere – che si trova nelle spiaggie italiane, beh sfido chiunque a dimostrare che i cani sporchino più delle persone che si autoconsiderano civili in spiaggia e protestano sempre per cose idiote.
    Anche perchè il padrone è tenuto comunque per regolamento a pulire le deiezioni del proprio amico/a.
    Figurarsi.
    Non ho mai visto un cane mangiare un gelato e buttare la carta a terra, tantomeno fumare e spegnere la cicca con nonchalance in mezzo alla sabbia, oppure farsi una spada e lasciarne i pericolosi resti sul litorale.

    E’ sbagliato strumentalizzare in questo modo.

  3. la gente non vuole fare il bagno dove lo fa il cane però non ha nessun problema a fare i propri bisogni fisiologici in mare e quindi sguazzarci dentro, sia ai propri che a quelli dei propri simili…. si vergognassero! Incivili retrogradi, poveri ignoranti, hanno dimostrato ancora una volta di quanta pochezza sia dotato l’essere umano.

  4. Perfettamente d’accordo con Gloria! Ma, dico io, straccio di una volta che un Sindaco lungimirante pensa a fare qualcosa per gli animali, ecco i soliti “fenomeni” pronti a lamentarsi! Ma mi facciano il piacereeeee!!!!!

  5. francescamanimali

    discriminazioni razziali.

  6. Mariuccia Fornasari

    Mi fa piacere che un sindaco pensi anche a dare la possibilità ai cani di avere un pezzetto di spiaggia e mare e possano divertirsi insieme ai loro tutori anche durante le vacanzre. Di sicuro nessuno di loro inquina quanto l’essere umano, gli intolleranti dovrebbero capire, i disastri li commettiamo noi, non gli animali, poi se mancano altri servizi da migliorare per i cittadini, è giusto tenerne conto e fare il necessario.

  7. da questo si misura l’inciviltà animalista italiana…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com