Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Orrore a Brescia: decapita il suo cane e ne deposita i resti davanti a casa della vicina

Orrore a Brescia: decapita il suo cane e ne deposita i resti davanti a casa della vicina

Abbiamo, per dovere di cronaca, deciso di pubblicare la foto relativa a questa vicenda ma in una versione censurata a causa della particolare crudezza.

A Odolo, in provincia di Brescia, un uomo di 55 anni ha decapitato il proprio cane, un meticcio di nome Birba, depositandone poi i resti di fronte a casa della vicina.

Il fatto, avvenuto nella serata del primo agosto scorso, ha già fatto il giro della rete dopo essere stato pubblicato sulla pagina Facebook di ANPANA.

Il 55enne responsabile di quest’atto atroce avrebbe già in passato dato segni di squilibrio e si trova ora ricoverato nel reparto di Psichiatria dell’Ospedale di Gavardo.

Il cagnolino è diventato il bersaglio diretto di una furia assassina totalmente immotivata.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Sabbio Chiese. L’uomo è stato denunciato per uccisione di animali e minacce gravi nei confronti della vicina di casa.

Nella foto: il corpo di Birba (fonte ValleSabbiaNews).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

15 Commenti

  1. Grazie, Johnny, per la chiarezza e l’acume della tua esposizione.
    Mi permetto solo di aggiungere che, comunque io provi a rivoltare questo orrendo crimine, non riesco a trovare una sola fibra di raziocinio; la ferocia di questo atto (come di altri atti simili), è inumana, al pari della ferocia di certi nazisti nei campi di stermiinio.

  2. La premeditazione può essere ricercata nel volersi disfare del cane per una qualsivoglia ragione, dettata dalla rabbia con tutta probabilità.
    Ci sono moltissimi casi di gente che per rabbia ha ucciso il proprio animale domestico.
    Ad ogni modo non si gira con spade od asce affilatissime come nel passato.
    Ho letto anche in altri articoli che questo individuo mal tollerava l’attenzione amichevole, giocosa reciproca tra il suo cane ed i bambini del vicinato e mi attengo a questo fatto che appare eclatante.

    Ricordiamo il deprecabile gesto del tizio che ha legato la propria cucciola di labrador e poi gettata nel lago come se niente fosse.
    In questo caso è stata opera di un pazzo? No, semplicemente ha scelto un metodo meno invasivo e più anonimo di disfarsi del proprio animale, fallendo poi e ritrovandosi a confessare l’orrendo fatto.

    Sono tutti pazzi qualcuno azzarderebbe, anzi lo siamo anche noi a questo punto?
    No, è improbabile e molto anche.
    Ci sono individui che sorpassano quella linea oscura immaginaria che abbiamo tutti nella nostra mente ma che tuttavia non si possono considerare pazzi.
    Raptus? Follia omicida? Parole usate per riempire il vuoto della ragione e come etichette per dare un senso a qualcosa che appare inspiegabile e fa davvero paura, ma in realtà non esistono raptus o altre insensate stupidaggini.

    Per decapitare un cane – il tuo come in questo caso – ci vuole un po’ di tempo, attrezzi, non è che lo fai con un coltello di plastica da sagra, e un sacco di sangue freddo l’ho scritto anche nel post precendente, devi schiumare davvero dalla rabbia evidentemente “ti ha fatto” qualcosa.
    Poi se questo tizio abbia avuto una qualche alterazione, non lo so, ma da qua a dire che è pazzo credo che sia improprio, anche perchè i “pazzi” pericolosi sono ricoverati sotto farmaci solitamente.

    Com’è che prima di questo fatto inqualificabile questi fosse libero e tranquillo nonostante dei precedenti scompensi stando a quanto riportato dalle cronache?
    Devo pensare che non fosse un soggetto pericoloso, oppure se c’è stato chi ha fatto una presunta diagnosi allora, l’abbia fatta con superficialità, e di conseguanza avresti ragione tu.

    Ad ogni modo la questione è:
    1) Un fatto orribile è stato compiuto e non si può tornare indietro;
    2) Secondo disposizioni di legge alla voce previsioni della pena, appenna innalzate col decreto svuotacarceri che altro non è che un’amnistia, una concessione di ulteriore indulto, (ammesso che sia processato per maltrattamento ed uccisione di animali) non finirà in carcere, ci vuole una condanna pari o superiore a 5 anni per scontare pene detentive cosa che la normativa vigente non prevede;
    3) La (presunta) difesa farà proprio leva sul fatto che abbia avuto un’alterazione e quindi sia totalmente innocente in quanto incapace – momentaneamente – di intendere e di volere;
    4) Tornerà libero a continuare indisturbato a fare quello che vuole – impunito – potrebbe capitarci anche un bambino la prossima volta, di solito questi individui se la prendono sempre con chi è incapace di difendersi, sono statistiche che rispecchiamo fatti concreti.
    5) Non so se riescano i residenti che abitano nella zona a dormire tranquilli attendendo gli sviluppi di questa triste vicenda (in ragione unicamente del fatto di avere bambini e/o animali domestici).

    Per quanto riguarda i “manicomi criminali” non ho mai sentito di nessuno che abbia commesso atrocità agghiaccianti sugli animali finirvi dentro, perlomeno nel nostro paese!

    Un abbraccio!

    P.S.: A quanto pare la prassi sarebbe il ricovero nel reparto psichiatrico dell’Ospedale e poi le dimissioni decaduti i termini di prognosi e quindi il periodo di degenza e il ritorno in libertà.

  3. Anche qui, per fare l’avvocato del diavolo: premeditato? Perchè premeditato?
    Credo che chi si prende un cane, e lo cura, lo tiene in casa, lo sfama, lo coccola… difficilmente poi pianificherà il suo assassinio in maniera così (assolutamente d’accordo con te) barbara. Perchè giocava coi bambini vicini? E’ talmente assurda questa storia che quando ho letto il titolo pensavo avessere sbagliato i pronomi: ho creduto che un tizio avesse preso il cane dei vicini, decapitato e poi consegnato alla porta dei proprietari del cane.

    In ogni caso, le persone che commettono un delitto e vengono giudicate “pazze”, sono rinchiuse negli ospedali psichiatrici giudiziari. Leggasi “manicomi criminali”. Non ributtate nella società così, dopo avergli fatto “pat pat” sulla testa.
    Quelle sono le persone che sotto droghe guidano e uccidono 5 persone in un colpo. A quelle si danno i domiciliari e poi una condanna ristretta della pena e dopo un paio di mesi eccoli in libertà.

  4. Willow, è ovvio che tu non abbia affermato che un cane non sia un essere vivente. Io l’ho ribadito.
    Inoltre tu scrivi ” Ma dai vostro commenti sembra che il signore lo conosceste tutti e che fosse il terrore degli animali…” […]
    Pazzo, criminale, non pazzo, lucidissimo, feroce, in odore di santità… non mi interessa alcuna “qualifica”, sai?
    Mi interessa che un cane, un cane sia stato premeditamente e barbaramente ammazzato, anzi, massacrato. UN cane, pensa! Un “solo” cane!
    Questo “signore” non lo conosco, è ovvio, ne’ credo lo conoscano gli altri animal”ARI”. Fatto è che credo siamo un po’ stanchini (vero?) della trita/ritrita solfa del “matto” cui tutto è concesso, persino il beneficio del recupero in ambito sociale. Ma cosa c’è da “recuperare” in un essere simile? Posso recuperare qualcosa dalla merda, non da un assassino tanto efferato.
    E’ più chiaro, ora, il concetto?
    Saluti.

  5. Il raptus? Non esiste….è una scusa, una giustificazione che alcuni psicologhi e psichiatri adducono per cercare di dare una spiegazione logica a un comportamento anomalo molto grave….uccide la moglie? Eh, ha avuto un raptus…..e con la legge italiana arriva l’infermità mentale, e via….ospedale psichiatrico, nella migliore delle ipotesi qualche mese….o qualche giorno, dipende! Poi escono….però devono essere curati! Allora che si fa, visto che i manicomi sono chiusi? Ci sono i centri di igiene mentale….cim….dove questi soggetti si curano con psicofarmaci….però SOLO se decidono loro di farsi curare…..deve essere una cosa volontaria…..quando e come lo decidono solo loro….il medico prescrive la cura….poi bisogna vedere se la cura viene fatta per bene o no! Non si sa….!! Fatto sta che stanno succedendo cose da…..pazzi!

  6. Willow, ma che discorso è?
    E’ normale secondo te che un tizio decapiti con ferocia mostruosa il proprio cane che aveva l’unica colpa di giocare innocentemente con i bambini del vicinato?

    E’ un gesto premeditato perchè il meticcio era di taglia media e per staccargli la testa ci vogliono tempo, attrezzi e una crudeltà e una freddezza senza fine.
    (Non è mica Ghemon che gira con una katana del 1200 che affetta pure l’acciaio con un sol colpo!).
    Anche se fosse malato – ma io ho i miei dubbi, perchè allora siamo tutti malati, bella scusa – che venga curato o posto in condizione perpetua di non nuocere, visto il grave precedente.
    Troppi malati ci sono a questo mondo, troppi raptus, troppo facile.
    Se avesse decapitato un bambino?

    Ti posso assicurare che questo individuo – nonostante sia realmente pericoloso – verrà presto dimesso e tornerà libero a fare il cazzo che gli pare, visto che casi del genere non vengono mai seguiti dalle istituzioni.
    E’ questa la verità.

    Quando capiterà che farà del male ad un essere umano tutti diranno che doveva essere internato, ecc.
    Mi auguro vivamente che non succede più niente a persone od animali.

  7. Non mi sembrava di aver affermato che un cane non è un essere vivente… O.o

  8. A WILLOW:

    i cani sono esseri VIVENTI. Qualora fosse accertata una qualsiasi forma di grave patologia psichiatrica concernente il soggetto in questione ad egli dovrebbe essere interdetta la costudia di QUALSIASI essere vivente che non sia in grado di difendersi da solo. E’ evidente che “le cose” non vanno in questo modo. Attendiamo allora fiduciosi la notizia al TG:
    “Malato psichiatrico imbraccia fucile e spara a otto bambini mentre scendono dallo scuolabus…”… e tanti saluti.

  9. Proprio ieri dicevo a mio padre che io “tifo” per il Dio dell’Antico Testamento, quello non misericordioso con chiunque, quello vendicativo e crudele con la gentaccia, tanto per intenderci. Altro che “tolleranza”…! Altro che “perdono”…!
    Niente altro da aggiungere.

  10. Cioè, Marta, per te psicopatici e pazzi non sono malati?
    A parte che non sappiamo nulla di questo signore, già se aveva un cane di sicuro non era di base un seviziatore di animali.
    A meno che il cane non se lo sia preso dal canile il giorno stesso. Dubito che questo signore si sia messo a pensare a come far soffrire IL SUO cane, più probabile che lo abbia preso un raptus di pazzia.

    Chiariamoci: non lo sto giustificando. Ma dai vostro commenti sembra che il signore lo conosceste tutti e che fosse il terrore degli animali…
    Ovvio che mi spiace per la cagnetta! Gesto orribile, non giustificabile, guardare le immagini fa star male anche me!

    E in questa storia il buonismo dove sta? Nel fatto che è ricoverato in psichiatria? O.o

  11. Speriamo che non sia stato ricoverato per parargli il cu…. un essere abominevole che non ha diritto di cittadinanza. La sfiga sempiterna lo raggiunga e gli faccia patire ogni possibile cattiveria

  12. Ma quanti mostri cazzuti ci sono in circolazione?????? Che, una volta per tutte, venga loro impedito di commettere oscenità come questa!!!! Siamo stufi!!!!! Basta con questo buonismo imperante!

  13. Condivido totalmente il pensiero di @Marta nessuna pieta ‘ per questi degenerati mi sento male al pensiero della sofferenza di questa creatura chi si accanisce contro animali ,bambini anziani va’ eliminato!!!!!! E ancora una volta la questo essere la passera’ liscia perche’ pazzo che schifo!!!!

  14. Sembra che questo assassino fosse infastidito dal fatto che il suo povero cagnolino giocasse con dei bambini del vicinato.
    Ora mi chiedo se la gente che risiede nella zona riesca a dormire sonni tranquilli coi propri figli vivendo accanto ad un assassino crudele e spietato come questo quando verrà dimesso dall’ospedale e se ne tornerà tranquillamente a casa per cominciare tutto da capo prendendo magari un altro povero cane da macellare la prossima volta che si presenterà “l’occasione” o addirittura volgerà la sua ferocia contro quegli stessi bambini.

    Mandateli in galera questi bastardi vigliacchi schifosi che la gente inizia ad essere stufa!

  15. Non possiamo continuare ad assistere a questi fatti orribili senza fare niente! Ci vuole la pena di morte per i pedofili, assassini, psicopatici e quant’altro….stupratori, pazzi…..non sono malati, sono CATTIVI, è diverso! Anche questo…..che ha decapitato la cagnetta…..mi viene da vomitare anche solo a scriverlo…..va tolto di mezzoooo!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com