Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Cuneo: infastidito dai cani del vicino cerca di avvelenarli

Cuneo: infastidito dai cani del vicino cerca di avvelenarli

È stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza, il 73enne pensionato che a Sommariva Perno, in provincia di Cuneo, ha cercato di avvelenare i cani dei vicini.

L’uomo era infastidito dal loro abbaiare. Per questa ragione ha ritenuto “opportuno” comprare della carne e farcirla di veleno per poi gettarla all’interno del giardino adiacente.

Fortunatamente, a ritrovarla sono stati i proprietari dei cani e non gli animali. Dopo aver fatto analizzare i bocconi e scoprendoli avvelenati, la famiglia ha avuto conferma della colpevolezza del pensionato attraverso le riprese di alcune videocamere del Comune.

Il 73enne è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Alba per tentata uccisione di animali e querelato alla locale stazione dei Carabinieri.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. http://www.trovanorme.salute.gov.it/dettaglioAtto;jsessionid=gDJtMy1kFv-olVruQbFpiA__?completo=si&id=41854

    Se si legge il titolo dell’ordinanza manca la restrizione per la vendita di queste sostanze (molte delle quali sono divenute illegali, ma rimangono sugli scaffali perchè merci in deposito da smaltire).
    Ed è proprio questo il problema secondo me.
    Ci dovrebbe essere un patentino identificativo e una relativa comunicazione alle forze dell’ordine al momento dell’acquisto di questo genere di sostanze.

  2. Permettetemelo, quest’altro copia/incolla…

    MALTRATTAMENTI / VELENI

    Cosa stabilisce quali siano i casi di “maltrattamento di animali”?
    Se credete che basti veder picchiare un animale per poter parlare di maltrattamento, vi sbagliate. Essere denutrito, essere costretto a vivere in uno spazio angusto e che limita i bisogni fondamentali quai movimento minimo, luce, aria e così via, rende un animale maltrattato. Alcuni esempi? Un cane alla catena e con la catena troppo corta per muoversi liberamente e/o in assenza di un riparo per proteggersi dal caldo o dal gelo; un cane visibilmente malato o denutrito; persone che chiedono elemosina “sfoggiando” al loro fianco un cane scheletrico.
    Chi maltratta un animale commette un reato e in base alla Legge 189/2004 può essere punito con l’arresto fino a 1 anno, o con un’ammenda sino a 10.000 euro: le leggi 281/1991 e 189/2004 stabiliscono che è vietato abbandonare, picchiare, uccidere un animale, così come costringerlo a vivere in condizioni incompatibili con le peculiarità e i bisogni propri della specie a cui l’animale appartiene. Nei casi di maltrattamento più particolari, occorre considerare anche le leggi regionali e i regolamenti comunali.
    Che fare se si trovano cibi sospetti in strada (veleno? esche/bocconi avvelenati?)
    Segnala il tutto a un veterinario e agli organi di Polizia Giudiziaria, subito! Leggi i dettagli nella scheda utile di riferimento. Se i veleni/bocconi avvelenati si trovano nella tua zona o condominio, segnala pubblicamente il tutto (si veda il relativo fac-simile)
    Cosa fare quando si trova un animale selvatico o di affezione morto con sospetto di avvelenamento?
    Porta l’animale da un veterinario e poi segnala il tutto alle autorità (polizia, carabinieri, etc.), meglio se avendo con te il referto del veterinario. Qualora tu incorra in un’esca o boccone avvelenati, NON manipolarli a mani nude e inoltre ponili in sacchetto di plastica, da far poi recapitare alla Polizia Provinciale. Si veda anche la scheda utile di riferimento.
    Come si riconoscono le esche avvelenate?
    Le esche spesso si presentano in varie forme, leggi tutto nella scheda utile di riferimento.

    SOURCE: http://federfida.org/index.php/domanderisposte/domande-frequenti#maltrattamenti

  3. Evviva un’altra bella notizia

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com