Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Appelli / Chieti: mamme allarmiste fanno sfrattare gatto “mannaro” dall’asilo

Chieti: mamme allarmiste fanno sfrattare gatto “mannaro” dall’asilo

Come un appestato, il piccolo Byron è stato costretto ad allontanarsi dal luogo in cui viveva da randagio: un asilo nido.

La vicenda, assurda e, come giustamente sottolineato da Quotidiano che riporta la notizia, “di manzoniana memoria”, è avvenuta a Francavilla, in provincia di Chieti.

Byron, un anno di età e un carattere molto docile e mansueto, sempre disponibile a fare le fusa a tutti, veniva sfamato e accudito dalle stesse cuoche della struttura.

Sfortunatamente, alcuni giorni fa ha osato dare una zampata alla mano di un bambino che gli aveva strattonato la coda mentre dormiva.

L’allarme di alcune delle mamme è scattato immediato, e un gruppo di genitori si è rivolto alla dirigenza dell’istituto per sfrattare il “pericolosissimo” felino. I bidelli dell’asilo hanno quindi cercato inutilmente di catturare Byron, che è però fuggito.

La mamma del bambino “ferito” (un graffietto superficiale) si sarebbe a questo punto rivolta al Comune chiedendo che il gatto fosse catturato, con le buone o con le cattive, e rimosso dal giardino dell’asilo nido. Rimosso, in pratica, dall’unica casa che avesse mai avuto – in quanto incolpevole vittima di una piaga causata dall’uomo e chiamata randagismo.

Il Comune ha (incredibilmente) accettato.

E mentre si parlava addirittura di “rischio per l’incolumità dei bambini”, un’associazione animalista di zona è intervenuta per prendere Byron, che si è fatto portar via dispensando coccole e fusa a tutti quanti.

Il micio è stato trasportato all’ASL e sterilizzato e, successivamente, trasferito in un gabbione all’interno del canile: per lui non c’era altro posto. È probabile che tra poco verrà nuovamente spostato, stavolta in una colonia felina.

La speranza (ma non si tratta di certezza) è che Byron si ambienti: non avrà altra scelta, se qualcuno non si recherà al rifugio per adottarlo.

Cosa che naturalmente ci auguriamo accada.

Byron lo vedete nella foto: ha un anno, è dolcissimo e affettuoso, già sverminato, spulciato e sterilizzato. È un micio sano che cerca solo una seconda possibilità, dopo che prima gli è stata strappata da un’ignoranza senza fine.

Se volte aiutarlo, potete contattare Daniela al numero 339 1504165 oppure al 327 9754121.

Foto: Byron (fonte Quotidiano.net).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. Queste mamme iperprotettive, paurose, isteriche, allevano delle mezze calzette che non sapranno affrontare nessun minimo disagio nella vita! E purtroppo ce ne sono moltissime in questo povero paese. Per non esegerare dico solo che i bambini italiani sono i più maleducati d’Europa.

  2. Isterica cretina con putativo futuro figlio mammone, VERGOGNA!

  3. Isterica cretina con putativo futuro figlio mmmone, VERGOGNA!

  4. Che queste madri isteriche tornassero a vivere nella realtà ed insegnassero ai propri bambini il rispetto per l’ambiente e le altre creature viventi, il giusto rapportarsi con il creato*.
    Ricordo che ai miei tempi se davo “fastidio” ad un animale e questo giustamente si difendeva nella maniera meno offensiva che poteva, i miei mi riprendevano e mi spiegavano che non era il modo di fare insegnandomi l’educazione ed a trattare con gli altri, chiunque fossero.

    Vergognatevi!

    *Per creato intendo un modo di dire per definire il tangibile, vivente o meno, tralasciando l’aspetto religioso che non mi appartiene affatto.

  5. La solita merda umana… Il giorno in cui l’umanità si estinguerà non sarà mai abbastanza vicino!!!

  6. Le solite mamme microcefale col quoziente intellettivo a meno 25! Vergognoso anche il comportamento delle cosiddette autorità! Verrebbe da ridere se non ci fosse da piangere! Mi piacerebbe proprio che leggessero i nostri commenti e, magari, riflettessero sulla loro grande idiozia!!!!!! Speriamo in bene per il micetto, che trovi una famiglia degna di lui!

  7. Le mamme chioccia sono le peggiori per l’educazione dei figli, Queste sciammanate ed incivili insegnino l’amore per gli animali ed al rispetto per gli stessi. Giudizio a parte pergli organi publici : INQUALIFICABILE

  8. Alla mamma che ha dato inizio a tutto questo casino desidero dire questo: ma occupati di tuo figlio che rompe i coglioni ad un gatto mentre dorme, e anche i bambibi sanno che non si deve fare eprchè può girarsi -giustamente- ed insegna a tuo figlio a capire gli animali invece di fare ritorsioni su un animale che si è solo difeso. Complimenti! Quello che il bambino avrà imparato dal suo bel comportamento è che lui non ha sbagliato e povera vittima, e dell’animale chissenefrega!! Idiota.

  9. Mamme esaltate nella protezione delle loro carognette. Sicuramente con borsette griffate ma dal cervello graffiato. Insegnate ai vostri capricciosi l’amore per gli animali, chi ama gli animali ama anche il prossimo !!

  10. E’ una storia assurda,l’amore per gli animali dovrebbe essere la prima cosa da insegnare ai bambini,l’animale è la metafora della terra se non si capisce questo siamo perduti!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com