Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Argentina: sacerdote impicca un cane ad un albero, davanti ai bambini

Argentina: sacerdote impicca un cane ad un albero, davanti ai bambini

Sarebbe avvenuto la scorsa settimana, in Argentina, il disgustoso episodio di violenza sugli animali da parte di un sacerdote.

A spargere in queste ore la voce sulla vicenda, avvenuta nella cittadina di Fortuna, alcuni testimoni che hanno parlato della questione sui principali social network.

Un sacerdote cattolico di nome Gerardo Vogt avrebbe infatti proceduto ad uccidere un cane tramite impiccagione di fronte ad alcuni bambini.

Uno dei testimoni, Gabriel Gomez, racconta: “Ha sempre dimostrato di essere infastidito dai cani randagi. Quel giorno era di umore peggiore del solito e, vedendo un gruppo di randagi sul suo terreno, si è messo dapprima a sparare col fucile. Poi ha afferrato un cucciolo, di circa cinque mesi di età, gli ha messo una corda al collo e lo ha impiccato ad un albero”.

Il sacerdote lavorerebbe presso un centro di accoglienza.

Denuncia dell’uccisione dell’animale, che sarebbe avvenuta di fronte ad alcuni bambini, è stata fatta da un operaio della struttura presso la locale stazione della Polizia. L’uomo avrebbe spiegato che il prete avrebbe anche dato un calcio ad una donna che aveva cercato di intervenire per liberare il cucciolo, che nel frattempo stava morendo asfissiato. Il cane ucciso, che era semi domestico, sarebbe stato la mascotte dei bambini della zona.

Il sacerdote, per tutta risposta, non ha dato spiegazioni su quanto avvenuto ma ha spiegato di essere stato minacciato e insultato da alcuni amanti degli animali.

Del prete si sa che è di origine tedesca e che dovrebbe avere 89 anni.

Sulla vicenda starebbe ora indagando la procura.

Nella foto: il corpo del cane appeso all’albero (fonte LaVozDelChaco).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

25 Commenti

  1. ciao dario, questo è il solo tuo commento che ci risulta a sistema. forse ci sono stati problemi nell’invio. comunque eccoti pubblicato (i commenti devono prima essere moderati, per filtrare lo spam e i troll 🙂 )

  2. Questo, e’ il terzo commento . Non capisco il perché’ non lo ” trovo” pubblicato. Persone come queste, non sono degne di indossare l’ abito talare, dovrebbero essere l’ immagine della bontà’ , insegnare alle persone , in particolare ai bambini, a voler bene alle altre persone, amare gli animali. Ma credo di capire che per lui sia difficile dimenticarsi la sua età’, ma SOPRATTUTTO LA SUA PROVENIENZA, QUINDI ………….!! Speriamo che sia PAPÀ FRANCESCO A METTERE GIUDIZIO A QUESTA , SE COSÌ’ SI PUÒ’ CHIAMARE ” persona” E FARSI RICONSEGNARE L’ ABITO TALARE,CHE , COME HO GIÀ’ DETTO , NON NE È DEGNO.NEL FRATTEMPO ,SPERIAMO CHE FUNZIONI IL DETTO: DIO VEDE E DIO PROVVEDE.

  3. Dargli del nazista è fargli un complimento. Del resto i nazisti nel ’33 approvarono leggi a protezione degli animali le più all’avanguardia dell’epoca. Questo è solo un pezzo di m…. con tante “rotelle” fuori posto!

  4. Altro che prete, questo qui è un vero e proprio demonio della peggior specie!!!|!!!

  5. io lo metterei nudo in un covo di ragni

  6. sono concorde con tutti i commenti sopra citati, sarebbe compito anche della Chiesa Cattolica interessarsi agli animali quali esseri viventi e degni di stare su questa terra. Voglio credere in Papa Francesco e sono certa che, inquadrata la situazione agira’ di conseguenza. A quell’altro signore invece che si definisce un prete dico: sii maledetto da Dio e prosegui il tuo cammino sotto atroci sofferenze!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. Non capisco…
    Se io vedessi una cosa del genere, non so come reagirei…
    Forse prenderei una denuncia per lesioni e danneggiamenti… Probabile…
    Ma il cane sarebbe vivo!!

  8. DEVE INTERVENIRE SOLO IL PAPA COME HA UN PO DI TEMPO .

  9. L’abito non fa il monaco…spero abbia la punizione che merita. Vergogna!

  10. A.fracassa@ libero.it

    Basta con simili scempi… Ma cosa ci ricavano? Purtroppo solo gente malata può’ fare queste cose…riaprite i manicomi e le camere a gassssss!

  11. Chissà quante oscenità come questa avrà compiuto nella sua miserabile vita questo prete.
    Non si inizia a quell’età (90 anni) ad appendere cani con una ferocia agghiacciante di fronte ai bambini per far loro gratuito spregio e picchiare chi voleva evitare lo scempio compreso le donne.

    Un gesto fuori dalla grazia (per rimanere in tema), poi però mi sono ricordato che nonostante gli abusi sui bambini indifesi – tralasciano gli scandali IOR e Festini vari, lobby ambigue all’interno della (in)curia ecc – tutto è concesso alla chiesa e ai suoi figli.

  12. Oddio… in effetti, guardandolo meglio… somiglia ad una SS.

  13. a noi non sembra O_O in ogni caso i suoi atti lo definiscono… purtroppo…

  14. Figuratevi… Sembra anche la faccia di un uomo perbene… accidenti! 🙁

  15. grazie elisabetta 🙂

  16. Meno male che i preti dovrebbero insegnare ad amare e rispettare le cose, le persone e gli animali … dovrebbero portare la parola di Dio .. mi pare proprio il caso di denunciare e buttare fuori questi elementi dalla chiesa …..

  17. Dimenticavo… Gerardo Vogt, vedi di crepare il prima possibile.
    Grazie.

  18. Non sarei voluta arrivarci, ma concordo con MARILENA.
    A Papa Francesco, che si fa chiamare “Vescovo di Roma”, che vorrebbe “una Chiesa per i poveri”, che non indossa croci d’oro e se ne strafrega di apparire come un “illuminato speciale”, che abbraccia gli ultimi, i reietti, i disgraziati… io vorrei far notare che questi ultimi non comprendono soltanto gli UMANI!
    La Chiesa prenda posizioni in merito al rispetto della natura e degli animali!
    E’ un dovere categorico cui non può assolutamente sottrarsi!
    E tanti saluti da quel grandissimo uomo che fu Francesco D’Assisi.

  19. Ma anche il Francesco così osannato per la sua semplicità non ha finora mai speso una parola per gli ultimi degli ultimi che sono i nostri amici animali. Quanto a questo essere bastardo visto che è un prete la mia flebile speranza è che nell’aldilà (se c’è) sia punito con una bella rosolatura all’inferno.

  20. Inorridita da tanta cattiveria da chi invece dovrebbe divulgare l’amore.
    La pena capitale sarebbe opportuna, ma qui nn sara’ applicata, spero allora che da lassù provvederà la giustizia Divina, tanto quel miserabile ne ha x poco!

  21. auguro al prete una morte tra atroci sofferenze. bastardo pezzo di merda

  22. profetadellinfinito

    io impiccherei lui , una merda del genere che fa cose così , di fronte a degli innocenti bambini per giunta…non è degno di vivere per me , poi pensatela come volete

  23. Le parole per commentare questi vandali assassini non ci sono. Bisogna procedere con le denunce e poi seguire l’iter burocratico perchè spesso la forza pubblica è connivente con questi barbari In ogni caso saranno raggiunti dalla sfiga sempiterna

  24. francescamanimali

    Nazista. e meno male che il suo si chiama Francesco…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com