Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Appelli / Storia di Vita, un cane lasciato a marcire. Letteralmente

Storia di Vita, un cane lasciato a marcire. Letteralmente

16 luglio 2013 – Canile Comunale di Velletri (Roma)

Non ci sono parole, è vero che non ci si abitua mai alla sofferenza, nemmeno dopo tanti anni, nemmeno dopo tanti cani ridotti a cadaveri, nemmeno dopo tante morti, non ci si abitua.

Non ci si abitua a questo schifo.

L’abbiamo chiamata Vita, l’opposto della morte, perchè è sopravvissuta nonostante il modo in cui l’hanno ridotta, lei non si è lasciata morire di inedia ma ha combattuto con grande coraggio.

Vita aveva un collarino consumato dagli anni, qualcuno gliel’aveva messo e non ha fatto altro, non l’ha curata, non l’ha amata, l’ha abbandonata a se stessa, condannandola a morte.

Questa la tragica situazione di Vita.

Vita ha una grossa vecchia ernia inguinale, per ora non è possibile sottoporla ad un intervento perchè è troppo debilitata.

L’occhio sinistro è completamento ricoperto da una cataratta perciò è cieco, l’altro occhio non c’è quasi più, gliel’hanno lasciato a marcire, forse un’infezione non curata, forse un trauma, ormai non conta più, Vita è completamente cieca e resterà tale fino alla fine dei suoi giorni.

È piena di tumori mammari che dovranno essere rimossi appena si sarà ristabilita un poco.

Anche le sue orecchie ci parlano del modo in cui è stata trascurata, infette, piene di croste e sporcizia.

E ora penserete che Vita è un cane vecchissimo, a fine corsa.

Invece no, ha soltanto nove anni!

Come può un cane della sua età arrivare a queste condizioni?

Chi è il mostro che l’ha ignorata per tutto questo tempo, mentre il suo occhio marciva, i tumori le crescevano dentro, l’ernia era sempre più sporgente e le orecchie diventavano storte a causa del dolore?

Chi è questo mostro che la stava uccidendo lentamente, guardandola morire un pò di più, giorno dopo giorno.

Come si può stare a guardare un esserino così, che soffre e ti chiede aiuto, senza fare assolutamente nulla?

Forse l’unico atto “misericordioso” che ha compiuto il suo aguzzino è stato quello di abbandonarla per strada, sempre meglio di questa lenta tortura.

O sarebbe morta, o sarebbe stata salvata.

Stava in mezzo alla carreggiata, le macchine che facevano lo slalom per evitarla, per non guardare, per non vedere un cane cieco paralizzato dal terrore.

La persona che l’ha raccolta ha dovuto fermare il traffico, tutti la ignoravano, a nessuno importava della piccola Vita.

Ora Vita è sotto antibiotico, siamo in attesa delle analisi, speriamo che almeno gli organi interni non siano compromessi.

La piccola Vita pesa soltanto 7 kg, su amorevole richiesta di adozione verrà portata in tutto il centro e nord previa severa visita di preaffido, non appena sarà in grado di viaggiare.

È un cane che ha sofferto molto, è spaventata oltre ad essere cieca, per questo quando le facciamo le terapie tenta di morderci e bisogna metterle la museruola.

Vita non è morta, non sono riusciti ad ucciderla.

Ora ha diritto all’amore, alla tranquillità, alla protezione.

Ha diritto a una famiglia che la tratti come una figlia, più di una figlia.

Vita non deve mai più conoscere la sofferenza, mai più.

Vita è cieca, non può restare in canile, deve essere adottata.

Chiamateci:

Valentina 389.9681604 adozionivelletri.tina@gmail.com

Claudia 338.7034771 ass.veliterna.tutela.del.cane@gmail.com

“È tutto buio, sempre buio, da tanto tempo non vedo più nulla.

Cerco di orientarmi con l’olfatto ma non riconosco il luogo in cui mi trovo.

Solo rumori di macchine che mi schivano.

Dove sono?

Sono stordita, fa tanto caldo, mi sento mancare.

Ho paura, così tanta paura che resto qui ferma, immobile.

Uno stridio di freni, una voce.

Mi toccano, mi prendono in braccio.

Sento dei suoni, campanelli, la voce dice: “È sua? La riconosce? È di qualcuno?”.

Così per molte volte, ma nessuno sa chi sono.

Mi portano in un altro posto che non conosco, sento tanti abbai intorno a me, ho sempre paura.

Mi acciambello su me stessa, lasciatemi dormire, sono tanto stanca, tanto triste, tanto sola.

Ho tanta paura.”

Claudia Cirulli

Presidente Associazione Veliterna Tutela del Cane

Canile comunale di Velletri (roma)

Tel. 3387034771 – 3899681604

C. F. 95033820580 – p. Iva 11549491006

Per donazioni tramite bonifico bancario, il codice IBAN è: IT16O0510439491CC0010522185 (Causale: AIUTO CAGNETTA VITA)

Sito internet: www.veliternatuteladelcane.it

Profilo Facebook: Canile Comunale di Velletri

Foto: Vita (fonte diretta associazione).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Forza piccola Vita, devi rimetterti presto.

  2. Un bacio, angeli umani <3

    Vita, fa' la brava, ok? Non mollare proprio adesso…!

  3. ok, per quanto a disposizione noi abbiamo corretto. grazie.

  4. ATTENZIONE:

    – alla voce “Per donazioni iban: it16 o051 0439 491c c001 0522 185” —–> L’IBAN Code NON si scrive in questo modo! Si scrive tutto in MAIUSCOLO e non ci devono essere spazi.
    L’IBAN Code corretto è quindi:
    IT16O0510439491CC0010522185

    Inoltre la modalità per le donazioni non è chiara, si legge “per donazioni iban”… La forma comprensibile dovrebbe essere:

    Per donazioni tramite Bonifico bancario:

    – Beneficiario (nome e cognome, altro);

    – IBAN Code CORRETTO;

    – Eventualmente una causale, ad esempio AIUTO PER CAGNETTA VITA. Non è necessario, ma almeno il ricevente sa a chi sono destinate le eventuali donazioni.

    ***Un’altra cosa molto importante, visto che siamo in tema di DONAZIONI:

    qualora si richieda una donazione tramite PayPal il richiedente/beneficiario dovrebbe sempre specificare di NON cliccare sull’opzione “Acquisto di beni o servizi”,
    ma sulla voce “nvio di denaro a familiari o amici”, poiché nel primo caso PayPal, (per invio somme da € 0 a € 2,500), trattiene € 0,35 + il 3,4% dell’importo inviato!

    Chiedo scusa alla sig.ra Claudia Cirulli… ma le cose vanno già tanto male. Cerchiamo di fornire quantomeno info corrette. Tra poco contatterò la sig.ra Claudia perché rettifichi le info, rendendo in tal modo più agevoli eventuali donazioni.

    A Vita: NON MOLLARE, CUORE!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com