Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Savona: dal lago riemerge il corpo incaprettato di un cucciolo di labrador

Savona: dal lago riemerge il corpo incaprettato di un cucciolo di labrador

Un labrador di circa sei mesi di età è riemerso dalle acque del lago di Osiglia, in provincia di Savona, con le zampe anteriori legate al collo.

Incaprettato, l’animale ha inevitabilmente finito per annegare.

Al momento attuale sarebbero in corso indagini per risalire all’identità del brutale aguzzino che si è sbarazzato dell’animale in un modo atroce, disumano.

Gianni Buzzi, vice presidente di ENPA Savona, ha per l’intera vicenda un commento amaro: “La percentuale di successo in queste inchieste è molto bassa: ovviamente per la tipologia delle vittime, ma anche perché chi ha assistito spesso non ha lo scrupolo morale di testimoniare. Gli animali non possono parlare. Le persone non testimoniano per i reati che coinvolgono gli umani, ancor meno per gli animali. Ma ogni tanto qualche responsabile si trova e si punisce”.

Al momento non sono noti particolari dettagli sull’atroce fine toccata al giovane cane: è comunque probabile che il suo aguzzino lo abbia gettato dal ponte Manfrin.

Il suo corpo ormai senza vita è stato successivamente notato da alcuni pescatori che hanno avvertito il Comune, e recuperato dai Vigili del Fuoco giunti sul posto assieme alla Polizia Municipale.

Non è chiaro se l’animale fosse dotato di microchip.

Il Comune di Osiglia ha già diramato una nota in cui  parla di “gesto ignobile” e condanna l’accaduto: “L’amministrazione del Comune di Osiglia, a nome della cittadinanza tutta, esprime il proprio disappunto per il gesto di inqualificabile crudeltà compiuto ai danni del cucciolo di Labrador”.

Foto: repertorio (fonte Clément Livolsi-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. ORRIBILE… Digustoso ed orribile.
    E i “Guarda&Passa”? Quelli cosa sono? E cosa destano?

    La settimana scorsa mi chiama una conoscente. “Ti prego ti prego, dammi un numero di una qualsiasi Associazione… Ho visto una cosa orrenda; il mio vicino di casa ha massacrato di botte il suo cane… perché il cane era scappato! Gli scappa… gli ha anche messo un campanaccio al collo, di quelli che si mettono alle mucche… per trovarlo quando scappa…!”. E poi mi ha raccontato che questo bastardo umano, in passato, aveva sparato sul muso di un cane (che è morto, ovviamente), perché “era andato vicino al suo cane… (forse voleva giocare con lui…)”.
    Il bastardo umano ha ritrovato il cadavere del povero cane massacrato di botte. Probabilmente è morto per emorragia interna (probabilmente… chi può dirlo?).
    La mia conoscente era disperata… Le ho inviato tramite SMS il nr di cellulare di un volontario di una Associazione del luogo con cui avevo preventivamente parlato, il quale le avrebbe fornito istruzioni per sporgere denuncia/querela.
    Inoltre l’ho invitata a volersi informare su federfida.org riguardo le Leggi che tutelano gli animali, i maltrattamenti, le uccisioni e quant’altro.
    ***Tutto è caduto nel vuoto***.
    La mia conoscente non ha fatto un benemerito CZZ.

    MI CHIEDO:
    chi è l’assassino più feroce e abietto tra i due? L’umano che ha usato violenza su quel povero cane, oppure la mia conoscente “Guarda&Passa”… finta amante degli animali?
    La seconda mi fa decisamente più schifo.

    P.S. Spero che la mia conoscente legga. Lo spero. E glielo grido a pieni polmoni:
    “SEI UNA MERDA!”

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com