Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Milano: ENPA denuncia la proprietaria di un gatto morto nonostante le cure

Milano: ENPA denuncia la proprietaria di un gatto morto nonostante le cure

È una storia sgradevole e quantomeno strana, quella che arriva dalla città di Desio, in provincia di Milano.

Riguarda un micio di proprietà vittima, a detta dell’Ente Nazionale Protezione Animali, di un grave caso di incuria da parte della sua padrona.

ENPA racconta di aver ricevuto, qualche settimana fa, segnalazione di un caso di maltrattamento e di aver scoperto, a seguito di un sopralluogo, le pessime condizioni di detenzione dell’animale: il micio sarebbe stato trovato in stato di denutrizione, con sangue dal naso, unghie tagliate e zampe gonfie. La proprietaria si sarebbe giustificata dicendo di non avere la possibilità economica per una terapia.

Le Guardie Zoofile avrebbero pertanto offerto alla proprietaria di ricoverare il gatto presso la sede ENPA e di sobbarcarsi il costo delle sue cure, ma la donna avrebbe rifiutato.

ENPA si sarebbe presentata una seconda volta a casa della donna, mostrandole la documentazione redatta da una clinica veterinaria privata che non solo confermava il pessimo stato di salute del gatto, ma anche il rifiuto della proprietaria a procedere alle cure.

Dal momento che nuovamente la signora si sarebbe rifiutata di consegnare l’animale nelle mani dei volontari, sarebbero stati convocati sul posto i Carabinieri e l’ASL.

Il gatto è stato, a questo punto, immediatamente sequestrato.

Nonostante le cure, tuttavia, l’animale è morto nell’arco di qualche giorno, a conferma di una condizione patologica gravissima protrattasi troppo a lungo.

Negli scorsi giorni l’ufficio legale di ENPA ha annunciato l’intenzione di procedere per vie legali nei confronti della proprietaria.

Foto: il gatto sequestrato e poi deceduto (fonte Il Cittadino).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Ma perchè mai si è tenuta sta povera bestia? Punizione… spero di si e TANTA!!!!

  2. Ma sì bisogna dare alle associazioni animaliste e alle Guardie Zoofile più discrezionalità nell’operare sequestri a questi pezzi di cretini che detengono gli animali in condizioni orribili, ma qui in questo cazzo di paese attenti a questo, attenti a quello, quello non si può fare quest’altro è illegale e alla fine di queste manfrine chi ci rimette sono sempre e soltanto gli animali.

  3. Questa persona è cattiva, ignorante e crudele.
    Vergogna!

  4. francescamanimali

    l’enpa e le guardie zoofile devono avere più discrezionalità; la deficente si è rifiutata? sequestro immediato e sanzioni pecuniarie più aspre.

  5. sta deficente

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com