Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Linate, 200 uccelli (protetti) morti nei bagagli: tre fermati all’aeroporto

Linate, 200 uccelli (protetti) morti nei bagagli: tre fermati all’aeroporto

Tre cittadini maltesi che stavano per ripartire per il Sudamerica sono stati fermati all’aeroporto di Linate, a Milano, dopo che nei loro bagagli sono stati trovati 200 uccelli morti.

A rinvenire i resti, gli uomini del Nucleo Operativo CITES del Corpo Forestale dello Stato.

La vicenda, venuta alla luce solamente negli ultimi giorni, è avvenuta lo scorso 14 giugno.

Gli esemplari ritrovati senza vita appartengono a varie specie, tra cui anatre, cicogne, aironi, ibis, tucani, fenicotteri, civette e poiane – tutti animali protetti dalla Convenzione di Washington in quanto a rischio estinzione.

Secondo gli inquirenti, che comunque sono ancora impegnati nelle investigazioni, i volatili potrebbero rientrare in un macabro e illegale commercio di trofei di caccia e sarebbero stati catturati in natura.

I tre cittadini maltesi sono stati denunciati per traffico illegale di avifauna protetta.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Che vergogna, quanta stupidità e per cosa poi? Dei pezzi di carta.

    Sarebbe o no il caso di revisionare la Convenzione di Washington, visto che oltre ad essere datata, i tempi stessi sono cambiati molto rapidamente al giorno d’oggi?

  2. francescamanimali

    deficenti e assassini.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com