Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Cipro un passo avanti a tutti: vietato qualunque animale nei circhi

Cipro un passo avanti a tutti: vietato qualunque animale nei circhi

Assieme alla Grecia, Cipro è l’unico Paese che di fatto vieta non solo gli animali selvatici nei circhi, ma qualunque animale di qualunque specie.

L’organizzazione animalista Born Free brinda ad una vittoria assoluta, senza sbavature: il Parlamento Cipriota ha, di fatto, modificato la legge sul benessere degli animali vietando l’utilizzo di qualunque specie negli spettacoli circensi.

In dettaglio, queste le disposizioni dell’emendamento: “È vietata l’installazione e l’esibizione di circhi che includono nel loro programma qualsiasi specie di animale, che non può eseguire esercizi, sfilare né presentarsi davanti al pubblico”.

Tutela totale per gli animali non umani, dunque, e una brillante lezione impartita dalla piccola Cipro a praticamente tutto il resto del mondo.

Prima di essa, solo la Grecia aveva emesso disposizioni simili (nell’aprile 2012).

La legge cipriota, peraltro, non riguarda solamente gli animali dei circhi ma anche quelli domestici, dal momento che vieta di fatto tutte le mutilazioni estetiche come il taglio di coda o orecchie, denti, unghie e corde vocali.

Come sempre, stiamo ancora aspettando che l’Italia si sieda ad un tavolo per discutere seriamente sulla questione animali da circo.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Ben fatto!
    Qua siamo al quartomondismo, una nuova era!

  2. francescamanimali

    Solo gli italiani si divertono ancora a vedere gli animali costretti a fare i cazzoni nei circhi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com