Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Roma: cane si introduce nel giardino del vicino e finisce con una pallottola in corpo

Roma: cane si introduce nel giardino del vicino e finisce con una pallottola in corpo

È avvenuta a Marino, in provincia di Roma, la vicenda che ha per sfortunato protagonista un cagnolino finito con un proiettile in corpo.

Siamo stati contattati direttamente dalla proprietaria dell’animale, che racconta: “Il 25 giugno scorso uno dei nostri cani si è introdotto nel giardino dei vicini (sono quattro abitazioni con ingresso unico) dopo aver probabilmente trovato un buco nella rete oltre la siepe che costeggia la recinzione”.

“Ho iniziato a chiamarlo a gran voce affinché tornasse, poi ho sentito un botto sordo e il cane ha iniziato a guaire”.

La donna inizia a gridare, e uno dei vicini esce di casa di corsa. Chiede cosa succede, e poi vede il cane trascinarsi indietro, verso la rete. Lo prende in braccio e lo passa alla proprietaria al di sopra della rete di confine.

Il cane “era ferito gravemente e respirava male”, racconta la donna.

È sufficiente trasportarlo immediatamente dal veterinario per capire cosa gli è successo.

“Dopo le lastre abbiamo scoperto che il cane era stato colpito da un pallino di piombo”.

L’animale non rappresenta in alcun modo una minaccia: è infatti un meticcio di piccola taglia, del peso di soli 8 chili e di indole mansueta.

La traiettoria del proiettile indica che il cane è stato colpito alle spalle.

“La persona che ha sparato aveva probabilmente l’arma a portata di mano”, continua la donna.

Il cane si trova attualmente ricoverato presso una clinica veterinaria dove è stato già operato a causa della perforazione di un polmone.

“Oltre ad un lobo polmonare è stato asportato anche il pallino di piombo rimasto nel sottocute”, spiega la proprietaria, ribadendo però che “la prognosi resta riservata da parte dei chirurghi”.

In merito a quanto avvenuto, i proprietari del cane hanno sporto regolare denuncia ai Carabinieri e segnalazione alle Guardie Zoofile della LAC.

“Stiamo aspettando che seguano ulteriori indagini per capire chi è l’autore di questo ennesimo gesto di violenza gratuita sugli animali. Nel frattempo attendiamo soprattutto buone notizie da parte della clinica, che ha deciso di tenere il cane sotto osservazione almeno per altre 48 ore, nonostante le sue condizioni migliorino di giorno in giorno”.

Il cane è stato dimesso dopo i due giorni di osservazione, ma le indagini rimangono naturalmente aperte.

Sarà nostra cura informarvi sugli sviluppi di questo caso non appena ne riceveremo notizia.

Nelle foto: Walle, il cane ferito, e il lobo polmonare asportatogli assieme al pallino di piombo (fonte diretta e proprietaria).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Lavori forzati?!?!?!?!?!?? Una carezzina!! Il carcere è la pena minima per queste bestie!

  2. Che schifo, questa gente potrebbe benissimo pagare per i propri crimini stando ai lavori forzati.
    Un vero schifo.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com