Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Enna: bastonano un randagio in testa e poi lo chiudono in un sacco

Enna: bastonano un randagio in testa e poi lo chiudono in un sacco

È incredibilmente vivo, il meticcio bianco di circa 3 anni di età rimasto vittima di un orrendo atto di violenza a Piazza Armerina, in provincia di Enna.

L’animale è stato ritrovato chiuso in un sacco, a poca distanza dall’ex macello, in condizioni che facevano presagire il peggio: qualcuno lo aveva colpito ripetutamente e violentemente al capo con un oggetto contundente.

Dal momento che il cane, ribattezzato Marley dai suoi soccorritori, non era mai stato visto in zona le opzioni possibili sembrerebbero due: l’animale potrebbe essere stato abbandonato oppure creduto morto, e pertanto essere rimasto vittima di un tentativo di smaltimento illecito.

La LAV di Enna, che denuncia la questione, definisce l’autore delle sevizie un “ignorante vigliacco”.

I veterinari che hanno preso in cura Marley hanno riscontrato un grave ematoma alla testa che potrebbe – non è ancora definibile – anche lasciare strascichi nel futuro. Il colpo è stato inferto sulla fronte e in modo così brutale da far gonfiare il muso di sangue e avere ripercussioni anche negli occhi, iniettati di sangue.

Al momento attuale, Marley ha difficoltà di deambulazione ma è, secondo LAV di Enna, “un cane molto buono nonostante quello che ha dovuto patire per colpa di chi, verosimilmente, si crede superiore a lui”.

Auguriamo a Marley una completa e rapida guarigione, in modo che possa al più presto trovare una famiglia che lo ami e lo rispetti.

Nella foto: Marley al momento del soccorso (fonte LAV Enna su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. che schifo……..certe persone

  2. Che parole si possono avere Francesca?
    Mi unisco al tuo ringraziamento alle persone che si fanno in 4 per questi animali sfortunati.
    Mi auguro che Marley si possa riprendere bene, anche se ci vuole un po’ di tempo, forza!

  3. non ho più parole per tantà crudeltà, grazie per chi si adopera per salvare queste creature

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com