Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Pordenone: anonimi criminali distruggono i nidi delle rondini

Pordenone: anonimi criminali distruggono i nidi delle rondini

È stata offerta una ricompensa di 500 euro a chiunque saprà fornire informazioni utili ad individuare i criminali che, a Pordenone, hanno distrutti i nidi delle rondini.

A mettere a disposizione il denaro è stato l’eurodeputato Andrea Zanoni, che ha definito il gesto “incivile e punibile penalmente”.

Vale la pena ricordare che, peraltro, la rondine appartiene ad una specie protettissima e minacciata dall’estinzione.

L’anonimo aguzzino ha preso di mira alcuni nidi che i volatili avevano costruito sotto un portico in Corso Vittorio Emanuele e li ha distrutti utilizzando un bastone. La LAV ritiene, giustamente, che quanto accaduto sia inqualificabile e sta indagando per rintracciare il colpevole.

Zanoni aggiunge: “Sono solidale con i volontari della LAV e offro una taglia di 500 euro a chi metterà nero su bianco il nome del responsabile di un atto vergognoso. I balestrucci appartengono alla famiglia delle rondini e sono uccelli migratori tutelati dalle leggi europee e italiane. Chi ha commesso tale gesto non solo incorre nel reato penale di uccisione ingiustificata di animali, ma è punito anche dalla legge sulla caccia. Mi auguro che l’autore di un gesto così grave venga punito con il massimo della pena”.

Foto: repertorio (fonte Querida79-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Mariuccia Fornasari

    E’ molto triste questa notizia, come è possibile essere così vuoti nel cuore, già che le rondini diminuiscono ogni anno sempre di più, abituate nel loro nido, cosa succede adesso. Ma santa pazienza, basta con queste azioni criminose al mondo animale, è giusto punirle.

  2. Cuore spezzato… Criminali maledetti! Possiate esser mangiati vivi da tutti gli insetti del paneta!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com