Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / 2 lupi, 10 volpi e 2 faine ammazzati col veleno nel Parco d’Abruzzo

2 lupi, 10 volpi e 2 faine ammazzati col veleno nel Parco d’Abruzzo

È sconcertante la perizia con cui gli avvelenatori seriali stanno prendendo di mira gli animali che vivono all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo.

Soltanto negli ultimi giorni, i corpi senza vita di due lupi, dieci volpi, due faine più un numero imprecisato di talpe e ricci sono stati ritrovati all’interno della vasta area marsicana compresa tra Valle Cervara, Vallone Lampazzo e Fonte Puzza.

Una vera e propria aggressione ai danni degli animali del parco, letteralmente decimati dagli aguzzini – tanto che è stato necessario dispiegare i Nuclei Cinofili Antiveleno del Corpo Forestale dello Stato e del CTA del Parco Nazionale del Gran Sasso, oltre al personale di sorveglianza del parco e di quello del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Corpo Forestale dello Stato.

L’obiettivo è, naturalmente, scovare i bocconi farciti al veleno prima che possano causare altri danni.

Nel momento in cui scriviamo questo articolo, sarebbero almeno 28 le esche avvelenate scovate dalle forze dell’ordine: a quanto risulta, erano disseminate a raggio molto ampio con l’obiettivo chiarissimo di colpire indiscriminatamente il più alto numero di animali possibile.

Quella degli avvelenatori del Parco è ormai da considerarsi una vera e propria emergenza e il timore è che le esche riescano a colpire anche il rarissimo orso marsicano.

Foto: uno dei lupi trovati avvelenati (fonte GaiaNews).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com