Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Brescia: all’allevamento 18 tra cervi e daini morti in un mese, forse è avvelenamento

Brescia: all’allevamento 18 tra cervi e daini morti in un mese, forse è avvelenamento

Potrebbero essere stati avvelenati, i diciotto tra cervi e daini trovati morti in un mese a Provaglio d’Iseo, in provincia di Brescia.

Gli animali vivevano all’interno di un recinto di 80mila metri quadrati, nell’allevamento agrifaunstico “Il Cervo”.

A ritrovare i corpi senza vita è stato, negli scorsi giorni, lo stesso titolare. In particolare, quello che rende la faccenda particolarmente sospetta è che dieci esemplari sono morti in sole ventiquattr’ore.

Si tratta di un dettaglio che ha messo in allarme anche i Carabinieri, che si sono recati sul posto durante lo scorso weekend.

Racconta il proprietario dell’allevamento: “Quando mi sono avvicinato alle mangiatoie per aggiungere fieno, granoturco e pane era ormai troppo tardi. Otto cervi erano già morti. Altri due sono spirati davanti ai miei occhi”.

“È una vera e propria strage e per il momento sembra si possa escludere la presenza di un virus. Per me hanno mangiato qualcosa, tanto che nello stesso giorno ne sono morti dieci. Appartenevano tutti allo stesso ceppo familiare ed erano soliti spostarsi insieme. Il giorno prima, quando sono entrato nel recinto per portare nuovo cibo, stavano benissimo. L’indomani erano morti. Perdevano addirittura sangue dagli occhi”.

Dodici dei diciotto animali uccisi erano femmine gravide.

L’azienda alleva cervi e daini per “carni e ripopolamento”.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com