Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Bari: la brutta morte del cane trascinato con l’automobile. Si cercano testimoni

Bari: la brutta morte del cane trascinato con l’automobile. Si cercano testimoni

Molfetta (BA) – Cane barbaramente ucciso

Lega del Cane lancia un appello affinché chiunque abbia assistito alla scena si renda disponibile a fornire ulteriori informazioni che potranno essere utili a individuare l’autore di questo reato.

La sezione di Molfetta della Lega Nazionale per la Difesa del Cane denuncia un grave caso di abbandono e maltrattamento di animali. Si tratta di un canecon tutta probabilità trascinato da un’auto in corsa, rinvenuto con in polpastrelli dilaniati, gli arti seriamente compromessi, e con gli organi interni inevitabilmente danneggiati dalle violenze subite.

Avvertiti da alcuni cittadini, i volontari sono intervenuti immediatamente soccorrendo l’animale e ricoverandolo d’urgenza presso una clinica veterinaria. Purtroppo, a causa delle pesanti torture cui è stato sottoposto l’animale non c’è l’ha fatta.

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane, oltre a sporgere denuncia alle forze dell’Ordine contro ignoti, lancia un appello affinché chiunque avesse assistito alla scena si renda disponibile a fornire ulteriori informazioni che potranno essere utili a individuare l’autore di questo reato contattando i numeri 02/26116502 o scrivendo a info@legadelcane.org.

“Si potrebbero dedicare molte parole – afferma Mariangela La Volpe Presidente LNDC sez. di Molfetta – a questo terribile e vergognoso episodio in cui, ancora una volta, una povera creatura è vittima indifesa, e alla quale, purtroppo, non è stato possibile concedere un nuovo inizio di una vita migliore. Il responsabile o i responsabili di tanta crudeltà non sono stati ancora individuati. Dunque, preghiamo, chiunque avesse visto quanto accaduto di dare immediate informazioni anche anonime all’associazione e ovviamente ai carabinieri per permettere di risalire alla persona o alle persone autrici di questo atroce atto di violenza ai danni di un cane barbaramente ucciso.”

Lega Nazionale per la Difesa del Cane ricorda che, la Legge 189 del luglio 2004 prevede che le associazioni animaliste, riconosciute di concerto dal Ministero dell’Ambiente possano rappresentare i diritti lesi degli animali in qualsiasi sede e grado di giudizio. La stessa legge introduce nel codice penale l’articolo544 -bis, che prevede punizioni severe a “chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale” che secondo lo stesso articolo ” è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi.

Piera Rosati

dir. Ufficio Stampa e Comunicazione

comunicazione.sviluppolndc@gmail.com

Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Via Catalani 73, 20131 Milano

cell. 335 7107106

Tel. e Fax 02 26116502

www.legadelcane.org

Comunicato stampa LNDC, 7 maggio 2013.

Foto: il cane rimasto ucciso (fonte LNDC).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. A 3 metri dal fuoco!
    Assassini dovete iniziare morire.

  2. [moderato dallo staff].. spero che quell’essere immondo muoia soffrendo.

  3. Piccola innocente anima… :'( Spero si trovi il tuo miserabile assassino!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com