Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Orrore a Brescia: le volpi nelle tagliole finite a martellate in testa

Orrore a Brescia: le volpi nelle tagliole finite a martellate in testa

Sono stati arrestati a Calvisano, in provincia di Brescia, i due bracconieri responsabili di aver disposto tagliole e lacci-cappio per catturare alcune volpi. Gli animali venivano poi finiti a colpi di martello.

I due bracconieri, che sono padre e figlio, sono stati colti sul fatto da alcuni volontari delle associazioni ANPANA e Legambiente.

Secondo quanto riportato da CacciaPassione che pubblica la notizia, i due uomini erano convinti di non commettere alcun reato e di stare semplicemente partecipando al piano di “contenimento” delle volpi previsto (e finanziato) dalla Regione e avvallato dalla Provincia.

Sul posto sono successivamente intervenuti gli uomini del Corpo Forestale dello Stato che si sono trovati di fronte allo scenario nauseante di animali adulti strangolati nei cappi e cuccioli finiti a martellate in testa.

Entrambi i bracconieri erano comunque provvisti dell’autorizzazione della Provincia alla caccia di contenimento.

La Forestale ha rinvenuto nell’auto dei due aguzzini altre tagliole, una mazza, un fucile modificato, i corpi di alcune volpi e una trentina di uccelli senza vita, tra cui esemplari di specie protette quali fringuelli e migliarini di palude.

Altri corpi di animali sono stati individuati nell’abitazione dei due: si trattava perlopiù di volpi congelate e, in particolare, di un esemplare adulto ammazzato a fucilate e otto cuccioli straziati dalle tagliole e finiti a colpi di mazza sul cranio.

Padre e figlio dovranno ora rispondere degli illeciti venatori riscontrati, per la detenzione di armi non autorizzate e per maltrattamento di animali in concorso.

Foto: repertorio (fonte Geograph).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Cacciatori bravaggente come le istituzioni.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com