Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / [MAIL BOMBING] Heidi, cagnolina morta sbranata e senza nessuna giustizia

[MAIL BOMBING] Heidi, cagnolina morta sbranata e senza nessuna giustizia

“Ci stanno prendendo in giro: ad oggi 27 aprile 2013 ancora niente. Ancora nessun provvedimento nei confronti dei proprietari. Ci stanno prendendo in giro tutti! Aiutateci a ritartassarli di mail e telefonate!

Roma 3 marzo 2013.

Heidi è a Roma.

Heidi esce 3 anni fa da un lager calabrese. Dopo tanti sforzi torna alla vita. Heidi era stata adottata dalla nostra volontaria Francesca 3 anni fa: non aveva avuto richieste e così era rimasta con Francesca.

Heidi era tornata a vivere: stava in casa con i suoi altri 3 fratelli pelosi e la sua mamma e il suo papà.

Poi Francesca deve salire a Roma e Heidi la porta con sé. Quella maledetta domenica del 3 marzo il padre di Francesca scende per far passeggiare Heidi al guinzaglio come sempre. Alle 10.30 di mattina, mentre si trovano in via Riccardo Bianchi a Roma il padre di Francesca si vede superare da due pastori tedeschi (di proprietà) che si avventano su Heidi e la scuoiano viva.

Il referto della clinica veterinaria dove è stata portata (SOS Portuense a Roma) parla del 70% della superficie corporea dilaniata: praticamente tutto il suo piccolo corpicino.

Heidi stava lottando per farcela, ma ieri sera è crollata e ci ha lasciati. Lei che era sopravvissuta al lager in Calabria, lei che tanto era attaccata alla vita ci ha lasciati. Il suo corpo non è sopravvissuto alle ferite.

Se n’è andata lasciando un vuoto enorme, perché era evitabile, perché non doveva accadere.

Ci sono denunce di 11 anni fa presentate da altre persone perché rincorse mentre erano a passeggio con i propri animali. Ci sono tante segnalazioni, ma ad oggi tutto tace. Era una tragedia evitabile, ma nessuno ha fatto mai niente.

Ora vogliamo giustizia per Heidi. Chiediamo che il comune e le autorità competenti prendano provvedimenti. Francesca ha già sporto denuncia ai Carabinieri e portato personalmente la copia all’ASL.

Pretendiamo che venga fatto qualcosa, pretendiamo giustizia”.

Per info lepalledipelo@libero.it

(autorizziamo la divulgazione del testo così come scritto, non autorizziamo assolutamente alcuna modifica dall’originale)

Inoltrate questo testo così come è scritto sopra a:

Telefono: 0039 06 58230276. Fax: 0039 06 5828374. Sito web: www.carabinieri.it. Email: strm214125@carabinieri.it

Roma municipio XV. Indirizzo: via Mazzacurati n. 75. Telefono: 06.696151 – 06.69615802. Fax: 06.69615803

Vicesindaco Sveva Belviso

Segreteria assessorato

Tel. 06 67105156-5157-5161

Fax 06 70454112

E-mail: assessoratopolitichesociali@comune.roma.it

Ufficio Stampa Assessorato

Tel. 06 67104710-4724-4712

Giuliana Carosi

E-mail: giuliana.carosi@comune.roma.it

Alessandro Montone

E-mail: alessandro.montone@comune.roma.it

(vicesindaco di Roma ) sveva.belviso@comune.roma.it;

(Delega Diritti degli Animali) barbara.barbuscia@comune.roma.it

(Polizia Municipale) poliziaromacapitale@comune.roma.it

gabibbo@mediaset.it

urp@corpoforestale.it

urp@pec.corpoforestale.it

Asl Roma:  veterinario@aslromad.it  –  sanita.animale@aslromad.it

Carabinieri:   strm214125@carabinieri.it

Municipio XV:  giovanni.paris@comune.roma.it

Augusto Santori – augustosantori@virgilio.it

riccardo.traversi@comune.roma.it

www.iene.mediaset.it/form/1/dillo-alle-iene.Shtml

Aiutateci affinché Heidi abbia giustizia. Non doveva finire così.

Per chiunque volesse info , chiarimenti o voglia offrire sostegno ed aiuto scrivere a lepalledipelo@libero.it includendo come riferimento Heidi, grazie!”

Nota originariamente pubblicata da Le Palle di Pelo su Facebook.

Nella foto: Heidi poco prima della morte (fonte Le Palle di Pelo su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Ho una canina anche io

    Mi dispiace infinitamente per la piccola Heidi, ma si tratta di due cani di proprietà: devono sporgere denuncia, come avranno ovviamente già fatto, e chiedere anche eventuale risarcimento ai suoi proprietari. Utile la segnalazione alla ASL con copia della denuncia, ma anche questo credo che sarà già stato fatto. Gli altri indirizzi che vedo indicati non mi sembra che abbiano competenza/attinenza 🙂 Non stancatevi però di chiedere giustizia per lei. <3

  2. continuiamo a scrivere. non potranno ignorarci per sempre.

  3. Grazie, Silvano/Bruce! Grazie di Cuore!

  4. Cari amici di A4A, (e cara Francesca),

    nell’inoltrare la mail agli indirizzi da voi indicati, ho richiesto la conferma di lettura.
    Purtroppo alcune mail non sono state lette.
    Mi sono tornate indietro con il seguente testo
    (copia/incolla di una mail non letta – omesso il mio indirizzo di posta elettronica):

    —– Original Message —–
    From: “Stazione Carabinieri Roma Monteverde Nuovo”
    To: “‘Elisabetta Lelli'” xxxxxxxxx
    Sent: Sunday, May 05, 2013 1:02 AM
    Subject: Non letti: [POTENZIALE SPAM: UTILIZZARE IL LINK SOLO SE SI RICONOSCE L’AUTENTICITA’ DEL MITTENTE] Non era “solo” un cane. Giustizia per Heidi, per favore!

    ***

    Posso immaginare l’amarezza ed anche la rabbia di quanti, avendo subito un crimine, peraltro perseguibile penalmente, non vengono affatto considerati.
    In Italia le cose vanno troppo spesso al contrario di come dovrebbero andare.
    Che tristezza…!

    Non arrendiamoci, però! Mai!

  5. salve bruce, ti ringraziamo per il tuo puntuale intervento. questo blog (tra le altre cose) da sempre combatte la serie di stupidi pregiudizi di cui sono vittima i molossi. questo sgradevole fatto di cronaca è l’ennesima dimostrazione che l’idiozia sta nel padrone, e non nel cane.

  6. Salve,
    leggo dietro invito dell’amica elisabetta dal suo blog.
    Episodio deplorevole. Se poi si pensa a persone morte travolte da pirati della strada che fuggono vigliaccamente capiamo quanta inciviltà c’è in giro. E la cosa è ancora più triste.

    Cosa dire?
    Malgrado la sensibilizzazione degli operatori del settore, delle varie associazioni, dei media, malgrado tutti ci riteniamo più civili degli altri, purtroppo ci tocca sempre leggere scene di questo genere.

    Ho un pitbull con regolare assicurazione, ho conseguito il patentino per la conduzione del cane, e mi incazzo da morire quando la gente mi guarda con aria quasi di disprezzo. Ma mentre io lo tengo sempre a guinzaglio (150 cm come vogliono le regolamentazioni) loro tengono i loro cani in libertà con aria di strafottenza e li lasciano anche tranquillamente sporcare la strada. Poi quando vedono il mio cane si affrettano a rincorrerli per tenerli al guinzaglio quasi a scusarsi con quell’aria da ebeti. Ecco questo è un vantaggio del pit, lo porti sempre sano e salvo a casa.

    http://silvanodonofrio.wordpress.com/patentino-per-cani-il-corso/

  7. Mi permetto di inviare un abbraccio anche al papà di Francesca.

  8. Ho inoltrato questo appello anche molti dei miei amici.
    A Francesca invio il mio abbraccio e la viva speranza che, pur non potendo riavere la sua dolce Heidi, sia fatta almeno giustizia.
    Riposa in pace, Heidi, piccola Stella luminosa…

  9. Piccola che morte orribile!!! Mi piange il cuore i proprietari dei pastori tedeschi dovrebbero pagare un mega ridarcimento danni!!!!!!!!

  10. selvaggia hangie

    Il proprietario dei due pastori tedeschi che fine ha fatto???Bastardo, c’e’ una legge i cani vanno tenuti al guinzaglio oppure come si dice: fatta la legge fatto l’inganno?
    La deve pagare cara, ergastolo…non solo la multa

  11. Se le autorita’ non fanno giustizia verso gli animali, DOBBIAMO FARCELA DA SOLI !!!
    Tanto in Italia e’ tutto un bluff……leggi, leggine ,regole ,burocrazia che non risolve niente.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com