Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Romania: l’uomo pugnalato a morte per aver difeso un cane randagio

Romania: l’uomo pugnalato a morte per aver difeso un cane randagio

Iulian Avasilinei era ispettore capo per l’Amministrazione delle Pubbiche Finanze nella città di Barlad, in Romania, ed è morto.

Avasilinei è stato ucciso a coltellate lo scorso 28 aprile per aver cercato di difendere un cane randagio per strada.

L’uomo è stato pugnalato di fronte all’edificio in cui abitava, di mattina presto: aveva sentito qualcuno picchiare un randagio di cui era solito prendersi cura ed era sceso in strada per difenderlo.

L’aguzzino non aveva desistito, e ne era seguito un litigio feroce, conclusosi con l’accoltellamento.

La moglie di Avasilinei, vedendo il corpo del marito a terra in una pozza di sangue, ha immediatamente chiamato un’ambulanza ma l’ispettore è morto sul tavolo operatorio, mentre i chirurghi cercavano di salvargli la vita.

È l’ennesimo episodio scioccante arrivato dalla Romania, e stavolta le vittime sono state due: il randagio, come sempre, e un uomo buono che aveva cercato di difenderlo dalla violenza.

La notizia si è diffusa a macchia d’olio nelle scorse ore, causando uno sdegno senza fine.

Gli attivisti per i diritti animali di tutto il mondo di stringono attorno alla famiglia di Avasilinei, nella speranza che il suo assassino sia individuato dalle forze dell’ordine e punito con una pena esemplare.

Un gruppo Facebook è stato costituito per ricordare il cuore buono dell’ispettore Iulian, con la richiesta esplicita che la sua famiglia e il cane di cui si prendeva cura vengano protetti dalle autorità per evitare qualunque colpo di coda da parte degli aguzzini.

Allo stesso modo, e per l’ennesima volta, gli attivisti chiedono in coro che i media interrompano la campagna informativa manipolatoria e menzognera relativa all’annoso problema dei randagi rumeni, da sempre sterminati in un silenzio istituzionale assordante.

Iulian Avasilinei aveva 48 anni. Il suo assassino non è ancora stato individuato.

Alice Ruja, il procuratore che ha preso in carico la vicenda, ha dichiarato: “Finora non ci sono sospetti. Stiamo svolgendo una ricerca per individuare l’autore del delitto, ma è molto difficile a causa della mancanza di testimoni, dato che l’incidente si è verificato di prima mattina, quando per strada non c’è molto traffico. Ci auguriamo di trovare indizi che permettano l’identificazione dell’assassino. Analizzeremo le immagini riprese da una telecamera di sicurezza posta a 150 metri dalla scena del crimine”.

AGGIORNAMENTO:

L’assassino di Iulian è stato individuato e arrestato: è un uomo di 75 anni.

Nelle foto: il cane difeso da Iulian Avasilinei (fonte Realitatea), e l’ispettore agonizzante trasportato in ambulanza (fonte Adevarul).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Davvero terribile! Ma come si può accoltellare un uomo solo perchè difende un povero randagio? Ma quale mostro può fare una simile aberrante azione? Speriamo che lo trovino in fretta e che gli diano una punizione esemplare! Onore al grande Iulian!

  2. i migliori se ne vanno, come al solito…………..

  3. Maledetti dovete iniziare ad ardere!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com