Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: i cani da conforto arrivano a Boston per aiutare i feriti nell’esplosione alla maratona

USA: i cani da conforto arrivano a Boston per aiutare i feriti nell’esplosione alla maratona

Andy e Maggie, due cani da conforto che hanno aiutato i piccoli sopravvissuti della tragedia alla scuola Sandy Hook, si trovano in questi giorni a Boston. Il loro obiettivo è, come sempre, quello di fornire supporto emotivo e psicologico alle vittime di tragedie abnormi come quella causata dalle bombe esplose alla recente maratona.

I cani si sono spostati direttamente da Newton, dove si trovavano ancora a supporto dei bimbi della scuola elementare vittima della follia omicida di un singolo uomo, lo scorso dicembre.

Assieme ad Andy e Maggie sono arrivati a Boston altri cani da conforto. I loro nomi sono Ruthie, Luther e Isaiah, che alternano visite ai feriti ancora ricoverati all’ospedale a passeggiate nell’area del disastro.

Spiega Tim Hetzer, presidente della Lutheran Church Charities: “I cani sono qui per portare conforto, sollievo e pietà alle persone che stanno attraversando questo momento così difficile della loro vita. In molti casi parlano ai cani come se fossero dei consiglieri. Dei grandi consiglieri pelosi”.

In effetti, la missione dei cani da conforto consiste proprio nel garantire un’influenza calmante, e nel permettere alle persone vittime di stress molto intensi di rilasciare un po’ di tensione.

L’associazione K9 Comfort Dogs venne fondata nel 2008 a seguito della sparatoria alla Northern Illinois University, che si concluse con la morte di cinque studenti. Ad oggi “arruola” quasi una settantina di cani che si recano nei luoghi in cui c’è tanto dolore per portare un po’ della loro gioia, senza chiedere nulla in cambio.

Secondo gli scienziati, esiste una spiegazione razionale per il benessere provocato nelle vittime da questi animali: soltanto accarezzarli permette infatti il rilascio di oxitocina nel cervello. L’oxitocina è un ormone presente nel flusso sanguigno delle neomamme, e che permette di creare un legame con il neonato. Riduce ansia e depressione e pertanto alleggerisce le esperienze traumatiche.

Nelle foto: i cani da conforto a Boston (fonte Care2).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com