Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Carrara: Rocky, il cane che percorse 600 km per tornare a casa, è stato avvelenato

Carrara: Rocky, il cane che percorse 600 km per tornare a casa, è stato avvelenato

Nel momento in cui scriviamo questa notizia, le condizioni di Rocky sono gravissime e lui è in coma.

Il cane che un paio d’anni fa divenne famoso in tutta Italia per aver percorso oltre 600 chilometri, da Salerno a Carrara, pur di tornare tra le braccia del suo umano, è stato avvelenato.

È lo stesso proprietario di Rocky, il siriano naturalizzato italiano Ibrahim Fwal, a lanciare un appello per salvare la vita a quel cane tanto adorato che era riuscito a tornare a casa dopo essere stato rubato.

“Aiutatemi a salvarlo. Rocky da giovedì scorso è in coma, lo hanno avvelenato. Era uscito un paio d’ore da solo perché io dovevo fare delle commissioni. È senza sensi, non mangia, si sta spegnendo come una candela, ha bisogno di cure”.

AGGIORNAMENTO

Secondo lo studio veterinario che ha in cura Rocky, il cane non sarebbe stato vittima di avvelenamento ma soffrirebbe di una gravissima forma di carcinoma degenerativo alla prostata. L’ipotesi dell’avvelenamento era stata inizialmente presa in considerazione a causa delle condizioni in cui Rocky era stato ritrovato dal suo proprietario, ossia riverso al suolo e privo di sensi.

Rocky si troverebbe ora ricoverato in una clinica specializzata per essere sottoposto ad ulteriori accertamenti e permettere la valutazione di eventuali opzioni terapeutiche.

Il sindaco di Carrara ha offerto al proprietario del cane la massima disponibilità in termini di supporto economico per le cure.

Auguriamo a Rocky di ristabilirsi prontamente e completamente.

Nella foto: Rocky (fonte ANSA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ricordo bene la storia di qualche tempo fa.
    Mi auguro che Rocky possa farcela, dopo tutto quello che ha passato e considerando che porta un “nome importante”, sono fiducioso!
    Forza!

  2. non sappiamo di chi siamo stati più chiari ma l’importante è che siamo stati chiari 🙂 grazie elisabetta!

  3. Cari amici di A4A,

    voi siete stati decisamente più chiari rispetto a […] (omissis).
    Esprimo la mia affettuosa solidarietà con il papà di Rocky, con la speranza che anche questo angelo con la coda possa ristabilirsi.
    Forza, ROCCIA! Non mollare!

    Un bacio dalla zia Eli

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com