Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / I cani di Volterra trasferiti in Basilicata, interviene la Lega del Cane

I cani di Volterra trasferiti in Basilicata, interviene la Lega del Cane

“Comune di Volterra (PI) – Deportazione di 80 cani dalla Toscana alla Basilicata

Lega Nazionale per la Difesa del Cane: Il Comune rispetti quantomeno la Legge Regionale

In merito all’affidamento del servizio di ricovero e mantenimento dei cani randagi del Comune di Volterra (PI) in favore della ditta Argo s.r.l. di Matera (MT), Lega Nazionale per la Difesa del Cane chiede al Sindaco di Volterra, Marco Buselli, di fermare l’operazione di deportazione dei cani fuori dalla Regione Toscana.

La sorte di questi 80 cani è stata decisa da un bando di gara indetto dal comune le cui condizioni prevalenti sono state dettate dall’economicità del servizio e il ribasso a base d’asta. Per questo motivo e per pochi centesimi in più non è risultato aggiudicatario il canile di Fucecchio (PI), una struttura con cui da tempo collaborano tantissimi volontari della provincia al fine di garantire agli animali ospitati una adozione idonea in famiglia.

Il trasferimento dei cani contravviene espressamente alle prescrizioni ed alla ratio legis cui è ispirata la normativa nazionale, legge n.281/1991, cui ha dato attuazione la Legge della Regione Toscana n. 59/2009 secondo la quale i Comuni che non dispongono di strutture proprie devono utilizzare «i canili presenti sul territorio regionale o di comuni limitrofi anche se appartenenti ad altre regioni». E il rispetto della legge regionale è, del resto, previsto come presupposto dallo stesso bando di gara alla sezione III.1.4.

Questa deportazione contrasta inoltre con la Circolare Ministeriale n. 5 del 2001 che chiarisce come la finalità della gara d’appalto per il ricovero dei cani randagi, o per la gestione dei canili sanitari, non debba essere rivolta al solo mantenimento in vita degli “ospiti”, ma debba prevedere anche la qualità del servizio offerto e tutte le attività dirette all’affidamento e al controllo degli animali idonee ad assicurarne il benessere. Le grandi “s.r.l.”, se inizialmente possono garantire un prezzo al ribasso, nel medio e lungo termine sono molto più costose delle strutture “a misura di cane” poichè i gestori di queste imprese non hanno alcun interesse alla risoluzione del problema “randagismo”, che rappresenta per loro una lauta e inesauribile fonte di guadagno.

Il Comune di Volterra ha dunque deciso per una deportazione di massa di cui non si comprende il vero senso neppure da un punto vista economico, considerando che spostare i cani in un canile sovraffollato del sud Italia dove il tasso di adozione è bassissimo crediamo sia una decisione scellerata che andrebbe a gravare notevolmente sulle tasche dei contribuenti.

Nondimeno, ricordiamo che anche in caso di “trasferimento”, il Sindaco rimane il responsabile dei cani prelevati sul proprio territorio e collocati in strutture site in altri Comuni e deve obbligatoriamente: informare del trasferimento dei cani il Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria Locale competente per territorio della struttura individuata; effettuare personalmente verifiche periodiche sullo stato di salute e benessere dei propri animali, non meno di una volta l’anno; dare comunicazione dei risultati ottenuti e dello stato di salute e benessere degli animali al Consiglio Comunale anche nel Rendiconto della Gestione.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane, ritenendo che le reiterate operazioni di trasferimento dei cani in strutture di altre Regioni avvengano in violazione delle norme regionali e nazionali di tutela degli animali, degli interessi della collettività e in spregio alla diffusa sensibilità, valuterà le responsabilità nelle più opportune sedi intraprendendo da subito pubbliche denunce di informazione in merito al caso.

Invitiamo pertanto i cittadini italiani che hanno a cuore la tutela degli animali ad esprimere il proprio dissenso alla deportazione dei cani di Volterra scrivendo una mail di protesta, indirizzata a:

r.trafeli@comune.volterra.pi.it; comune.volterra@postacert.toscana.it; sindaco@comune.volterra.pi.it;

luigi.marroni@regione.toscana.it; emanuela.balocchini@regione.toscana.it

Piera Rosati

dir. Ufficio Stampa e Comunicazione

comunicazione.sviluppolndc@gmail.com

Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Via Catalani 73, 20131 Milano

cell. 335 7107106

Tel. e Fax 02 26116502

www.legadelcane.org”

Comunicato stampa Lega Nazionale per la Difesa del Cane, 16 aprile 2013.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com