Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Pavia: il capriolo con mezza faccia distrutta dalla fucilata del bracconiere

Pavia: il capriolo con mezza faccia distrutta dalla fucilata del bracconiere

I guardiaparco che hanno dovuto sopprimere il capriolo gravemente ferito da un bracconiere hanno dichiarato che si costituiranno parte civile nell’ipotesi di un processo.

L’animale, un esemplare giovane di circa due anni di età, è stato ritrovato ormai morente nel Parco del Ticino, all’altezza di Bereguardo (Pavia): il bracconiere gli aveva sparato una fucilata spappolandogli completamente la parte sinistra del muso.

È probabile che, dopo essere stato ferito, avesse vagato per ore, sofferente e terrorizzato, per poi stramazzare al suolo ed essere notato da un ciclista che ha immediatamente dato l’allarme.

Purtroppo, all’arrivo dell’autorità è risultato ovvio che il capriolo stesse morendo e che patisse un’agonia terribile. Per questa ragione si è proceduto, per lui, all’eutanasia.

È stato quindi lo stesso Settore Vigilanza e Polizia Giudiziaria del Parco del Ticino a sporgere denuncia contro ignoti, per i reati ipotizzati di caccia in zona di divieto e periodo di divieto e maltrattamento di animali.

“Se il bracconiere sarà individuato e si andrà al processo, l’ente si costituirà parte civile”, dichiara l’ente Parco.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Marilena Albiero

    Lo dico da tempo: perchè si continua a distinguere fra bracconieri e cacciatori? Per me una sola categoria, quella degli assassini.

  2. Una .222 rem anche per te pezzo di merda!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com