Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Reggio Calabria: Rosario, il cucciolo bastonato e lasciato inerme per 3 giorni non ce l’ha fatta

Reggio Calabria: Rosario, il cucciolo bastonato e lasciato inerme per 3 giorni non ce l’ha fatta

Era abbandonato nella fiumara semiasciutta da circa tre giorni il cagnolino dapprima bastonato brutalmente e successivamente gettato nel corso d’acqua da ignoti aguzzini.

Il cane, ribattezzato Rosario, è rimasto costretto sui ciottoli per lungo tempo prima che i volontari dell’associazione Dacciunazampa Onlus venissero finalmente chiamati da qualcuno con un po’ di compassione, che aveva deciso di ascoltare i latrati pieni di dolore dell’animale.

Il piccolo, un esemplare giovane, di circa nove mesi di età, era stato inizialmente ricoverato presso la Clinica Veterinaria di Reggio Calabria: presentava numerose fratture al bacino, risultato di diverse bastonate inferte con violenza.

È stata una grande, dolorosa sorpresa scoprire, nella giornata di ieri, che non è riuscito a sopravvivere.

“Se n’è andato probabilmente per una emorragia da trauma”, spiega Candida Naccariato, volontaria dell’associazione che era intervenuta a Pasqua per portare in salvo Rosario. Le radiografie effettuate dopo il ricovero avevano infatti messo in luce un quadro piuttosto grave per il piccolo, che risultava polifratturato. Addirittura, alcune fratture avrebbero potuto essere più vecchie di tre giorni.

È probabile che qualcuno, nella zona a sud di Reggio Calabria in cui è avvenuto il pestaggio, sappia esattamente cosa è successo e chi ne è responsabile, ma le bocche restano per ora sostanzialmente cucite nonostante si vociferi che l’aguzzino si sia persino vantato in paese del suo gesto di violenza.

Poco poco il soccorso, Candida Naccariato aveva dichiarato: “Ormai cerco di affrontare le cose con freddezza perché forse se ti fermi a pensare è ancora peggio. Abbiamo raggiunto la fiumara, immobilizzato il cane che cercava di mordere, inserito la museruola e una volta sistemato sulla copertina lo abbiamo trasferito in clinica”.

Andrea Cisternino, il volontario italiano che a Kiev si occupa da oltre due anni del destino degli sfortunatissimi randagi ucraini, ha disposto una ricompensa di 300 euro per chiunque possa fornire informazioni utili all’identificazione del bruto che ha ammazzato di botte Rosario.

“Come è possibile non intervenire sentendo e vedendo una creatura martoriata nel corpo e buttata in un fiume, guaire di dolore e chiedere aiuto”, commenta Andrea, che precisa anche come le 300 euro stanziate non siano state prelevate dalle donazioni fatte per la costruzione del suo Rifugio Italia, ma rese disponibili personalmente.

Il segnale è forte: dire basta ai maltrattamenti e all’indifferenza, una volta per tutte, e denunciare chi li commette.

Chiunque voglia rendere noto, anche in forma anonima, qualunque dettaglio sull’episodio di violenza può farlo inviando un’email a dacciunazamparc@libero.it. L’associazione provvederà poi a comunicare le segnalazioni alle forze dell’ordine.

Foto: Rosario al momento del recupero (fonte Dacciunazampa su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Se qualcuno sa qualcosa parli che non costa niente, stavolta potrebbe essere utile dire 2 parole.
    Chi ha compiuto questo crimine è un assassino. Meriterebbe la forca.

  2. francescamanimali

    ..un complessato sociopatico; sfoga contro un cucciolo la sua incapacità di stare al mondo.

  3. A Reggio Calabria siamo ancora lontani anni luce dal conoscere il rispetto per la vita altrui. Mi dispiace dirlo, ma spero tanto che chi si è macchiato di un simile gesto paghi allo stesso modo. Certe persone fanno veramente schifo. Tutto perchè resteranno sempre impunite.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com