Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Potenza, avvelenatori all’opera: già tre i cani rimasti uccisi

Potenza, avvelenatori all’opera: già tre i cani rimasti uccisi

Sono già tre i cani rimasti uccisi dopo aver ingerito i bocconi avvelenati sparsi da alcuni anonimi aguzzini a Sant’Antonio la Macchia, a Potenza.

Le vittime sono due cani randagi ed uno padronale, e sulla questione sembra essersi attivata ora la Polizia Locale, che ha allertato la cittadinanza a prestare particolare attenzione.

La scorsa settimana, i vigili sono intervenuti nella zona dopo che alcuni cittadini avevano segnalato l’avvelenamento dei due randagi. La morte per ingestione di sostanze tossiche è stata immediatamente confermata anche dal veterinario dell’ASP giunto sul posto assieme alle forze dell’ordine.

Nello stesso frangente, la Municipale è stata avvisata di un terzo caso di avvelenamento: stavolta la vittima era un pastore tedesco di proprietà, ritrovato ormai agonizzante e successivamente deceduto.

Spiega il comandante della Polizia Locale, Donato Pace, che il problema non è nuovo e non è neppure contenuto, anzi: “Gli episodi finora verificatisi, una quindicina accertati solo nello scorso anno, rappresentano una situazione di assoluta gravità. La Polizia Locale, impegnata nelle indagini per l’individuazione degli autori di tali atti di inciviltà, rivolge un appello ai proprietari di cani della zona affinché controllino attentamente che gli animali non tocchino pacchetti sospetti”.

Nella foto: uno dei randagi ritrovati uccisi (fonte La Gazzetta del Mezzogiorno).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com